LAVORI PUBBLICI TAGLIO DI PO (ROVIGO) La giunta comunale ha approvato il documento. Un importante impegno economico per terminare la sistemazione del Palavigor

Ecco tutti i cantieri dei prossimi tre anni

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

La giunta comunale di Taglio di Po ha approvato il programma dei lavori e delle opere pubbliche per il triennio che va dal 2018 al 2020. Numerosi i cantieri che vi figurano. Ridotta al minimo la contrazione dei mutui e messo a punto anche l'elenco delle forniture che sarà necessario acquisire



Taglio di Po (Ro) - In totale, i lavori pubblici messi in preventivo dal Comune di Taglio di Po costeranno circa 1.759.830,63 euro. Per la gran parte, si tratta di 1.174.389,63 euro, saranno finanziati con somme del Comune, messe a disposizione con stanziamenti di bilancio. Ridotto al minimo possibile il finanziamento tramite mutui, mentre l'apporto privato avrà una incidenza inferiore ai 100mila euro. Da altre fonti di finanziamento arrivano poi i restanti 341.700 euro.

E' lo schema tramite il quale il Comune di Taglio di Po finanzierà le opere pubbliche del prossimo triennio, ossia del periodo compreso tra il 2018 e il 2020. L'intervento di maggiore respiro è quello col quale si intende portare avanti la completa sistemazione del palazzetto dello sport cittadino, il Palavigor, intitolato alla memoria del campione di volley morto nel 2012. L'impegno economico sarà di 907mila euro circa. Poi, interventi di efficientamento e risparmio energetico sulla rete della pubblica illuminazione, per 357mila euro totali, e la costruzione di loculi nei cimiteri di Polesinello e di Taglio di Po. Tutti questi lavori sono stati previsti per il 2018.

Nel 2019, invece, per ora trova spazio il programma di efficientamento e risparmio energetico per dli edifici pubblici, per 170mila euro. E, nel 2020, è stata collocata la manutenzione straordinaria delle strade, finanziata con 200mila euro.

Nel corso della stessa riunione della giunta comunale sono anche stati messi a puntogli acquisti di forniture per il medesimo triennio: 85mila euro per le pulizie nei fabbricati comunali; 60mila per il gas; 84mila per la elettricità; 100mila euro per la gestione dei verbali per violazioni del Codice della strada e gestione degli insoluti; 53.750 per la riscossione ordinaria della Tari; 231.800 per gli affidamenti dei servizi cimiteriali e la manutenzione ordinaria; 579.500 per l'affidamento del servizio di refezione scolastica; 600mila per la concessione del servizio di gestione dell'asilo comunale; 180mila euro per il servizio pasti a domicilio per anziani.

9 agosto 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017