COMUNE TAGLIO DI PO (ROVIGO) La minoranza - Layla Marangoni, Silvia Ricchi e Renato Pregnolato - in protesta in consiglio comunale per lo "scorretto comportamento" nei loro confronti da parte del primo cittadino Francesco Siviero 

"Sindaco offensivo, abbiamo abbandonato l’aula"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Nessuna risposta da parte del sindaco in merito alla regolarità di istituire le commissioni, “solo offese e rancori” da parte del sindaco Francesco Siviero nei confronti di Layla Marangoni che assieme agli altri due consiglieri ha deciso quindi di abbandonare il consiglio comunale 



Taglio di Po (Ro) - “Si è assistito ad uno squallido spettacolo che ha visto il sindaco Siviero nella peggiore veste di amministratore”.

Così commenta la seduta di consiglio comunale di martedì 8 agosto la consigliere comunale e capogruppo di minoranza Layla Marangoni che ha richiesto delucidazioni in merito alla regolarità di istituire le commissioni, come stabilito da regolamento comunale.

“La risposta del Sindaco è stata da subito offensiva - afferma Marangoni - e inoltre che avrebbe deciso lui, per il futuro, se procedere solo se avrebbe ritenuto valido l’interlocutore”. Da lì sono iniziate richieste di chiarimento della Marangoni ad un comportamento non istituzionale che faceva trapelare un forte nervosismo. “Durante la discussione si è capito un rancore nei miei confronti per avere evidenziato e informato a suo tempo i cittadini sulla questione immigrati, accusandomi di avere usato termini impropri nei confronti del Sindaco. Ho chiesto quali termini, ritenendo di non averlo mai offeso sul profilo personale, ma il Sindaco non ha dato risposta! Dimentica il Sindaco invece che è sempre stata la minoranza ad essere accusata come istigatori all’odio, lo dimostrano i vari articoli apparsi sulla stampa”.

A quel punto per il poco rispetto verso la minoranza, e per i cittadini che essa rappresenta, per le risposte non ricevute, per l’evidente arroganza del Sindaco, la Marangoni, con i consiglieri Silvia Ricchi e Renato Pregnolato, ha annunciato l’abbandono del consiglio comunale in segno di protesta per lo scorretto comportamento da parte di chi amministra un paese. 

9 agosto 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

  • Lavori a tempo di record: provinciale riaperta

    STRADE TAGLIO DI PO (ROVIGO) Riaperto il collegamento con Corbola, dopo che la viabilità era stata sospesa a seguito del crollo di tralicci sulla strada, nel corso della bufera del 10 agosto

  • Scatta il gazebo contro l'arrivo dei profughi

    ACCOGLIENZA TAGLIO DI PO (ROVIGO) Forza nuova lancia il presidio "No profughi all'hotel Mancin", venerdì 18 agosto, dalla 9 alle 13 in piazza Venezia

  • Risarcimenti dopo la tempesta, termine prorogato al 19

    MALTEMPO ROVIGO I moduli sono in distribuzione nei Comuni, consigliabile presentare un preventivo dei lavori di sistemazione o una stima, comune documentazione fotografica sui danni subiti

  • Tralicci su strade e campi: chiuse due provinciali

    MALTEMPO ROVIGO Il dirigente della Provincia firma lo stop al traffico sino al 20 agosto, per consentire agli operai Enel di sistemare le linee elettriche e riportare la luce e la corrente in numerose abitazioni

  • Il Palavigor non ha più il tetto: è un disastro

    MALTEMPO TAGLIO DI PO (ROVIGO) Sconvolto il sindaco Francesco Siviero: "Milioni di euro di danni in 15 minuti". Danni anche alle scuole

  • A Scorzè per il rilancio

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Taglio di Po, Eros Finotti, affiancato dal clodiense Nicola Doria, torna sulle veloci speciali veneziane per dimenticare lo sfortunato epilogo della gara di casa a febbraio

  • Ecco tutti i cantieri dei prossimi tre anni

    LAVORI PUBBLICI TAGLIO DI PO (ROVIGO) La giunta comunale ha approvato il documento. Un importante impegno economico per terminare la sistemazione del Palavigor

Musikè fondazione cariparo 730x90