RIFIUTI ROVIGO Il consigliere comunale Antonio Rossini prosegue la sua battaglia e non giudica soddisfacente la risposta di Ecoambiente alle sue rimostranze

Cassonetti pieni: "C'è il rischio di malattie"

Musikè fondazione cariparo 730x90

A lanciare l'allarme era stato il consigliere comunale Antonio Rossini (LEGGI ARTICOLO), che aveva segnalato come fosse tutt'altro che salutare, in piena estate e con temperature nell'ordine dei 40 gradi, tenere i cassonetti pieni per giorni, come invece sta accadendo da giorni e settimane, in città. La risposta di Ecoambiente, la società che si occupa dalla raccolta di rifiuti, è arrivata. Ma non viene giudicata soddisfacente da Rossini


Rovigo - "Non possiamo ritenerci soddisfatti In merito al contenuto della nota a firma del direttore tecnico  infatti, è evidente la situazione di degrado delle condizioni igienico-sanitarie nei pressi delle isole ecologiche, aggravata dalle alte temperature di questi giorni,  che potrebbero configurare anche un rischio di malattie". La risposta di Ecoambiente, la società che si occupa della raccolta dei rifiuti in Polesine, sul problema dei cassonetti pieni di rifiuti non raccolti, secondo le lamentele dei cittadini, non soddisfa quindi il consigliere comunale Antonio Rossini, che aveva sollevato la questione nei giorni scorsi.

"La tutela dell'igiene e della salute pubblica  non può soggiacere a fattori economici - attacca - come un eventuale aumento di tariffe; inoltre è evidente che in certe zone i cassonetti sono insufficienti, durante la giornata vengono facilmente riempiti, determinando con cio' il pretesto a persone ineducate di lasciare l'immondizia a fianco degli stessi, esposta al forte irraggiamento solare  che potrebbe contribuire al diffondersi di malattie".

"Sempre a Buso, in via Giovanni Bosco di fronte al campo di calcio, allego due foto che documentano tale situazione; purtroppo, è da da tempo  che continuo a segnalare, ricevendo da Ecoambiente solo risposte e nemmeno convincenti, mentre i fatti continuano ad essere impietosamente quelli della presenza di rifiuti e masserizie abbandonate e, lasciate per terra, senza che vengano tempestivamente raccolte da Ecoambiente".

"La risposta di Ecoambiente - chiude con rabbia Rossini . alla luce dei fatti, non può essere ritenuta soddisfacente, mi viene da chiedere: qual è la mission di Ecoambiente? I vertici vogliono risparmiare e non aumentare le tariffe? Si proceda a ridurre stipendi e compensi vari, e si proporzionino gli importi tagliati al raggiungimento di risultati"

 

 

10 agosto 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017