CULTURA ROVIGO Sulla situazione del teatro cittadino, dopo l’ex assessore Andrea Donzelli, interviene il manager artistico Claudio Sartorato: “Il mio compito è garantire una stagione con uno standard qualitativo il più elevato possibile" 

Il direttore del Sociale: “Facciamo con quello che abbiamo”

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018

Non entra nel merito della questione politica e non vuole neppure parlare di soldi, ma solo di cultura e in particolare della stagione ancora da completare, ciò che gli compete. Dopo l’intervento dell’assessore Andrea Donzelli (LEGGI ARTICOLO), interviene sul teatro Sociale anche il suo direttore artistico, Claudio Sartorato, che pur conscio della drammaticità della situazione promette che, con quello che c’è, cercherà in ogni modo di mantenere uno standard qualitativo elevato della stagione



Rovigo – “Ogni anno ci troviamo ad affrontare qualche problema, qualche taglio. Ci sono pochi soldi e sempre meno personale, è una evidenza. Ma il mio compito è garantire una stagione con uno standard qualitativo il più elevato possibile e continuerò a farlo con quello che abbiamo a disposizione”. Sulla situazione del Teatro Sociale interviene il direttore artistico Claudio Sartorato che descrive una situazione non esattamente rosea ma che non si dà per vinto e sostiene che porterà a termine la programmazione a breve, con i soldi che ci sono. “La stagione si farà in ogni caso, la programmazione verrà mantenuta, se ci saranno problemi in corso ci adegueremo – continua Sartorato – è chiaro che se ci sono problemi ci adeguiamo alle disponibilità economiche ma mantenendo la qualità del prodotto che caratterizza il nostro Teatro. A breve, il lancio di una campagna informativa”.

Per quanto riguarda l’arresto del processo di trasferimento della gestione di Teatro e Museo dal Comune alla Fondazione Cultura, dopo la cacciata dell’assessore (LEGGI ARTICOLO), il direttore artistico storce il naso e ribadisce la sua convinzione che si tratti di un passaggio necessario. “La snellezza aiuta l’organizzazione – spiega Sartorato – il percorso di trasferimento di funzioni non deve essere abbandonato e spero che la guida della Fondazione Cultura venga al più presto ricomposta”.

10 agosto 2017




Correlati:

  • Comunicazione diretta con gli inferi

    CULTURA ROVIGO Venerdì 23 febbraio alle ore 21 al Teatro Sociale va in scena lo spettacolo “Inferno” del teatro del Lemming

  • Una traviata sottovoce

    TEATRO SOCIALE ROVIGO La Traviata del regista Alessio Pizzech e del direttore Francesco Ommassimi è andata in scena il 16 febbraio, replica domenica 18. Belle scene e regia curiosa, peccato che i protagonisti cantino a fil di voce

  • La grande Sandra Milo martedì al Sociale

    STAGIONE DI PROSA ROVIGO Assieme a Marina Suma, porta in scena martedì 20 febbraio alle 21 "Twist", una classica commedia piena di humour alglosassone

  • La Traviata tra destino e storia 

    TEATRO SOCIALE ROVIGO Terzo appuntamento con la Stagione Lirica venerdì 16 febbraio alle 20.30 e domenica 18 alle 16: in scena, dopo 6 anni, la Traviata di Giuseppe Verdi, con la regia di Alessio Pizzech

  • La platea trasformata in una grande pista da discoteca

    TEATRO SOCIALE ROVIGO Partito il primo Galà di Carnevale dal titolo “Vestiti d'opera” organizzato a spese del Comune e Fondazione Rovigo Cultura e dei partecipanti che pagano la quota

  • Il Galà pensa ai bambini ammalati 

    CULTURA ROVIGO L'assessorato e la Fondazione Rovigo Cultura hanno deciso di destinare parte del ricavato del primo Galà di Carnevale all'associazione “Amici di Elena”

  • Balli tra i fantasmi della mente di Gioachino Rossini 

    TEATRO SOCIALE ROVIGO Domenica 4 febbraio, alle 16, si alza il sipario sulla stagione di danza 2018 con lo spettacolo di Spelbound contemporary ballet co-prodotto con la Città di Pesaro, luogo natale del compositore

Bancadria 730x90 Cna Rovigo