POSTE ITALIANE Consegnati nei primi sei mesi dell’anno 90mila volumi di pacchi in provincia di Rovigo attraverso i postini ed il corriere espresso

Come cambia il portalettere

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

I portalettere 2.0 di Poste italiane dotati di palmare, Pos e stampante fanno correre il commercio elettronico: nel Polesine nei primi sei mesi sono stati consegnati ben 90mila pacchi a testimonianza di voler puntare sempre di più all’innovazione 



Rovigo - Nei primi sei mesi dell’anno i volumi di pacchi consegnati attraverso la rete dei portalettere e del corriere espresso del Gruppo (Sda) sono arrivati a toccare in provincia di Rovigo quota 90mila unità da ordini effettuati su Internet. In Veneto nei primi sei mesi dell’anno i volumi di pacchi consegnati attraverso la rete dei portalettere e del corriere espresso del Gruppo (Sda) sono stati 2.486.672, il 10% circa dell’intero volume recapitato in Italia. 

In Veneto, al primo posto per numero di pacchi recapitati nel primo semestre 2017 c’è la provincia di Verona (circa 536.000), la seconda è Padova (507mila pacchi). A Venezia sono stati 451mila, 395.000 a Treviso, 388 mila a Vicenza e provincia. Chiudono la classifica (ma i numeri sono elevati in rapporto alla popolazione), Belluno con 118.253 pacchi e, come detto, Rovigo a quota 90.000.

Di fatto la figura storica del portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. La tradizionale borsa del portalettere si svuota delle classiche lettere e cartoline per riempirsi di pacchi. Dotato di palmare, Pos e stampante, il postino telematico versione 2.0, viaggia equipaggiato di una vera e propria piattaforma tecnologica che garantisce sicurezza ed efficienza nel processo di recapito.

11 agosto 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90