ATTIVITÀ BADIA POLESINE (ROVIGO) Conclusa la prima parte dell’animazione estiva per gli alunni delle elementari Pertini e materna Pascoli, il 21 agosto riprende 

Divertirsi insieme per quattro settimane è un’opera d’arte 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Sul tema dell’ “Arte in gioco” i bambini delle elementari Pertini e della materna Pascoli sono cimentati con l’animazione estiva a Badia Polesine che ha visto la sua prima conclusione a l’11 agosto. Ora riprenderà il 21 agosto sino al 12 settembre 



Badia (Ro) - A Badia Polesine venerdì 11 agosto si è conclusa la prima parte dell’animazione estiva 2017 che era iniziata il 12 giugno per alunne e alunni delle elementari Pertini e dal 3 luglio per quelli della materna Pascoli.

Ora per una settimana il servizio viene interrotto e riprenderà lunedì 21 agosto, solo per alunne e alunni delle elementari, ai quali si aggiungerà una piccola sezione della materna. L’animazione estiva proseguirà, sempre negli spazi del plesso scolastico di piazza Marconi e con i medesimi orari, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, sino al 12 settembre ultimo giorno di vacanza.

Il servizio è promosso dall’associazione Genitori alunni scuola materna statale Pascoli e scuola elementare statale Pertini di Badia Polesine in convenzione con l’amministrazione comunale e la direzione scolastica locale; dal 2006, sempre in convenzione, lo svolgimento di detto servizio viene affidato dall’associazione promotrice alla Coop sociale Tam Tam.

Nei primi due mesi le adesioni sono state notevoli. Il 4 agosto nel cortile delle elementari Pertini si è svolto il tradizionale spettacolo di chiusura della prima parte che ha visto protagonisti praticamente tutti gli iscritti, animatrici e animatori alla presenza di genitori, parenti e amici: in tutto alcune centinaia di persone. Hanno dato assistenza logistica il Comune e la Pro loco.

Lo spettacolo, intenso e molto articolato, quasi un varietà, ha ricalcato il tema dell’animazione estiva 2017 e cioè “Arte in gioco” e ha offerto spunti interessanti anche dal punto di vista educativo. Il tutto in un immaginario “Museo di arte contemporanea”.  

La coordinatrice dello spettacolo Alessandra Pavanello a nome di tutti gli organizzatori alla fine ha detto: “E così sul Museo di arte contemporanea si spengono le luci, ma rimane ancora un’opera da ammirare, la più bella, quella fatta da tutti i nostri piccoli artisti che vuole riassumere l’essere stati insieme in queste settimane, avere messo ognuno un po’ del suo, perché non tutti possono diventare dei grandi artisti, ma ognuno di noi è esso stesso una grande opera d’arte”.

11 agosto 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe