PROTESTA A CANTONAZZO (ROVIGO) Nonostante l'ordinanza del Comune, segnalati nuovi casi di zaffate in paese, interviene anche la polizia locale

Nuova ondata di puzza nella frazione, residenti esasperati

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Il Comune era intervenuto con una ordinanza (LEGGI ARTICOLO), dopo lamentele per la puzza che proverrebbe dalla direzione della ditta Greenfer, di Cantonazzo (LEGGI ARTICOLO). Ma neppure questo pare essere bastato, alla luce delle lamentele dei residenti della frazione

Rovigo - E adesso Cantonazzo dice basta. Chiede maggiori tutele contro gli odori che proverrebbero dalla ditta Greenfert, oggetto di una ordinanza del Comune di Rovigo che non impedisce le lavorazioni in atto, ma prescrive di evitare emissioni maleodoranti, come da tempo ne segnalano i residenti in paese. Questi ultimi, infatti, avrebbero patito di nuovo gli effluvi nella giornata di venerdì 11 agosto, quando sarebbe intervenuta anche la polizia locale.

"Non vogliamo che cessino le lavorazioni - spiegano - e del resto neppure lo richiede il Comune,
ci basterebbe che si evitassero queste emissioni, che effettivamente, rendono la vita difficile". Presente anche l'assessore comunale Antonio Saccardin, residente nella frazione. Ha spiegato che il Comune ha già messo in atto l'ordinanza.

"Già domani farò presente la situazione all'assessore all'Ambiente Ezio Conchi - spiega Saccardin - ma c'è anche stato già un incontro con la Provincia di Rovigo sulla questione". Il culmine del cattivo odore - spiega l'ex assessore regionale Renzo Marangon, pure lui presente  - su sarebbe raggiunto verso le 22 di venerdì 10 agosto.

"Crediamo - spiega Simone Bedendo, portavoce del comitato spontaneo della frazione - che venerdì abbiano lavorato a ciclo continuom, senza chiudere i portoni".
12 agosto 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017