IL CASO ROVIGO Dopo lo stop di Badia, i proprietari delle casette del latte pensano di chiudere i battenti anche a Rovigo e Lendinara. Il presidente di Coldiretti: “Che amarezza. I cittadini non ne hanno capito il valore”

Vandalismi ogni giorno. "Non possiamo più tenere aperto”

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Hanno chiuso i battenti della casetta del latte di Badia Polesine (LEGGI ARTICOLO), e oggi i proprietari pensano ad abbandonare l’attività anche a Lendinara e Rovigo. Il motivo? I continui vandalismi che prendono di mira i distributori del latte. A Rovigo hanno dato fuoco anche ai tasti del distributore. “Poca gente compra il latte e siamo costretti a spendere i pochi guadagni solo per sistemare i danni”


Rovigo - In altre città funziona, si fa addirittura la fila per accedervi. Ma da noi no. Gli unici che le frequentano sono i vandali che, anzi, non gli danno proprio tregua. Parliamo delle casette per la distribuzione del così detto “latte crudo”, ovvero un latte appena munto portato direttamente dal produttore, ogni giorno, all’interno del distributore. Ma i consumatori di questo prodotto continuano ad essere troppo pochi per giustificare le spese del produttore, proprietario e gestore delle casette. Soprattutto se le casette sono continuamente colpite da attacchi vandalici. Uno dei proprietari è l’azienda agricola Targa Claudio e Marino che ne gestisce tre: uno a Rovigo, quello in piazza Appiotti, uno a Lendinara e uno a Badia Polesine. Dopo l’ennesimo vandalismo i titolari hanno scelto, una decina di giorni fa, di chiudere la casetta di Badia e ora pensano seriamente di interrompere l’attività anche a Lendinara e Rovigo, visto che “il gioco non vale la candela”.

“Anche a Rovigo ci hanno distrutto la casetta, che ora è tutta graffiata e non funzionano i tasti del distributore, visto che gli hanno dato fuoco – spiegano i titolari – Quelle casette sono state un investimento importante: 45mila euro per quella di Rovigo e 25mila euro a testa per le altre due. All’inizio funzionavano. Oggi invece gli fanno visita solo i vandali. A fine anno decideremo cosa fare. Ma siamo molto demoralizzati e se dovessimo andare avanti così sarebbe solo una continua perdita”.Sul futuro delle casette interviene anche il presidente di Coldiretti, Mauro Giuriolo, associazione che aveva patrocinato questa iniziativa. “Non capisco perché i rodigini non abbiano capito il valore di questa iniziativa, che funziona benissimo in altre città – commenta – È davvero un’occasione persa per i consumatori, lo dico con infinito rammarico”.

 

 

12 agosto 2017




Correlati:

  • Buio e marciapiedi impraticabili in centro storico. “Meglio andare in Fattoria”

    DEGRADO ROVIGO Asfalti dissestati, si spezza la ruota del passeggino. È la segnalazione di una famiglia rodigina: “Ci piace la nostra città, ma al centro commerciale almeno il pavimento è liscio”

  • Intere strade rimangono al buio

    IL CASO A ROVIGO Nella serata di lunedì 11 dicembre ripetute segnalazioni nella zona del Castello e in via Sacro Cuore

  • Performance in crescita

    ARRAMPICATA SPORTIVA ROVIGO Nelle ultime due gare del campionato giovanile Veneto (Junior Cup) gli atleti dell’Uni Sport si sono distinti per risultati conseguiti 

  • Emozioni forti al Palasport

    PUGILATO ROVIGO Doppio spettacolo per il 4° trofeo Carlo Castellacci di boxe. Oltre ai successi dei giovani atleti della Pugilistica Rodigina, esordio sul ring per Michele Brusaferro

  • La boxe ritorna al Palasport

    PUGILATO ROVIGO Palcoscenico delle grandi occasioni domenica 10 dicembre al Palazzetto di via Bramante per il 4° trofeo Carlo Castellacci 

  • Una bella esperienza di inclusione

    PODISMO ROVIGO In occasione dei campionati studenteschi disputati a Ceregnano il 15 novembre, in gara anche uno studente autistico accompagnato dal suo tutor

  • La tradizione in piazza Vittorio Emanuele II

    EVENTI ROVIGO Venerdì 8 dicembre, in occasione della festa dell’Immacolata, i vigili del fuoco deporranno una corona di fiori alla Madonna della Loggia di Palazzo Nodari

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni