POLIZIA LOCALE ADRIA (ROVIGO) Confermata la priorità: in bici lì non si va. E la necessità è quella di proteggere i pedoni, dopo numerose segnalazioni di pedoni a rischio

Multe sul Corso, nessun passo indietro. Anzi...

Fondazione Cariparo Culturalmente
Nessun passo indietro del Comune e della polizia locale di Adria, che intende non derogare al divieto di circolazione in bici su Corso Vittorio Emanuele Ii e ai servizi di controllo e sazionamento dei trasgressori

Adria (Ro) - Continueranno i servizi della polizia locale sul Corso e continueranno le multe per i ciclisti che lo imboccano in sella quando non dovrebbero farlo. Nessun passo indietro del Comune e della polizia locale di Adria, che anzi sulla questione rilanciano. La priorità, quindi, è quella di tutelare i pedoni, dopo che in varie occasioni sono stati segnalati investimenti sfiorati ed evitati per poco o comunque situazioni di pericolo provocate dalla poca prudenza dei ciclisti.

Nel breve periodo si potrebbe arrivare anche alla tolleranza zero, non ancora praticata, dal momento che continuano a venire segnalati problemi. Tra questi, la presenza di giovani che imboccano la strada non solo in sella, ma anche con gli auricolari, il che rende ancora meno accorta la loro guida. I controlli della polizia locale, quindi, anche in borghese, proseguiranno.
13 agosto 2017




Correlati:

  • “Muffa e poca igiene”: chiuso il parrucchiere cinese

     LAVORO ROVIGO Il proprietario ora ha 180 giorni di tempo per adeguare e mettere in sicurezza le strutture e le attrezzatura. Nel frattempo l’acconciatore, che si trova in città, dovrà tenere chiusa l’attività

  • Sempre più emergenza buche: rubati pure i cartelli

    IL CASO A ROVIGO La polizia locale sta facendo gli straordinari per tamponare una emergenza che però non sta a lei risolvere. E arriva il primo caso di urto di un'auto contro un segnale di "emergenza"

  • Bobo e le tre opzioni 

    POLITICA ADRIA (ROVIGO) Le ipotesi per uscire dalla crisi di giunta sono: “O mi dimetto, o cambio qualcosina, o faccio il reset completo della giunta”. Entro la fine della settimana, la decisione

  • Bruciati 38 milioni. "Ora basta": Bobo spegne le slot

    LUDOPATIA ADRIA (ROVIGO) Il sindaco Massimo Barbujani prende atto dei drammatici dati dell'azienda sanitaria e dell'Agenzia delle Entrate. Scattano fasce protette nelle quali non sarà possibile giocare

  • I primi frutti della grande battaglia sindacale

    CSA ADRIA (ROVIGO) La casa di riposo pensa all'accordo con Merlara, Cavarzere e Rovigo, per potere restare pubblico. L'accordo dovrebbe essere sottoscritto a giorni

  • Giudicato il dirigente peggiore: "Lavora e fa lavorare troppo"

    IL CASO A ROVIGO Il sindaco stronca il comandante della polizia locale. Lo stesso che gli ha "ripulito" la città dai clandestini e dagli abusivi che il primo cittadino tanto odia. Tra le contestazioni, il "troppo lavoro straordinario" dei vigili

  • Pronta la firma per un “accorpamento” delle case di riposo

    CSA ADRIA (ROVIGO) Elena Suman, M5s, chiede un intervento immediato per evitare che vengano presi accordi tenendo all’oscuro il consiglio comunale. Si parla di un accordo con Iras e le case di riposo di Cavarzere e Melara

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe