RUGBY ROVIGO Di queste settimane un tentativo di ristrutturazione e di cambio di indirizzo, dopo le dimissioni del presidente dei Bersaglieri arriva anche l’annuncio dell’azzeramento dei vertici della Monti Junior

La Monti Junior discuterà l’11 settembre le richieste di Zambelli

Attilio Roversi presidente dimissionario della Monti Junior Rovigo, e Francesco Zambelli che ha annunciato di mollare il timone della Rugby Rovigo Delta il 18 agosto
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Prove tecniche di pace o rinvio di una resa dei conti? La data scelta per il prossimo consiglio della Monti Junior è quella dell’11 settembre (tristemente nota), intanto il Cda capitanato dal presidente Attilio Roversi, ed i vice Paolo Reale e Gabriele Breviglieri hanno rassegnato le dimissioni per permettere all’assemblea dei soci di decidere sull’eventuale cambio di statuto voluto dalla Rugby Rovigo Delta

Leggi l’articolo sul progetto del patron Zambelli
Leggi l’articolo sui nuovi tecnici di Under 18 e Cadetta


Rovigo - Le dimissioni del presidente Francesco Zambelli (LEGGI ARTICOLO), patron dei Bersaglieri, evidentemente hanno obbligato la Monti Junior a venire allo scoperto con una nota stampa. Tutto è accaduto venerdì 18 agosto, ma le trattative, se così vogliamo chiamarle, della Rugby Rovigo Delta di cercare di mettere mano anche al settore giovanile gestito dalla Monti, erano cominciate già a luglio. Zambelli socio della Monti Junior (società indipendente che gestisce il settore giovanile dei rossobù) e presidente dimissionario della società che gestisce la prima squadra (LEGGI ARTICOLO), ha “preteso”, a fronte di un sostegno economico che non ha mai fatto mancare, un allargamento del numero dei soci e la modifica dello statuto. Nel frattempo ha riallacciato i rapporti con le società limitrofe (Badia, Villadose e Frassinelle) con Raffaello Salvan, designato coordinatore dei rapporti tra prima squadra e settore giovanile. L’intento, è quello di creare una filiera con i rossoblù stella polare di tutto il movimento polesano (LEGGI ARTICOLO), un progetto già tentato in passato, poi naufragato. Su richiesta della Monti Junior, a fine luglio, si è presa in carico anche la squadra Cadetta e l’Under 18 (LEGGI ARTICOLO), in parte già finanziata dalla Rugby Rovigo Delta, non solo con un supporto tecnico, ovvero pagando gli allenatori: Joe McDonnell, Jason Wright e Roberto Pedrazzi. Fin qui le richieste di Zambelli e della Rugby Rovigo Delta, lungimiranti o meno sarà solo il tempo a stabilirlo. 

La Monti Junior dal canto suo ha fatto resistenza, rivendicando anche giustamente un’autonomia societaria (di stampo dilettantistico) che ne favorisce l’ingresso di sontuosi finanziamenti della Fondazione Cariparo (LEGGI ARTICOLO). Intromissione in casa Monti che non è stata vista di buon occhio, anzi. Neppure la figura di Lello Salvan è gradita al piano terra, ma la Delta è decisa a far cambiare ‘indirizzo e scelte strategiche’ alla Monti, mettendo sul piatto anche l’eventualità di un mancato contributo economico. Piano di reclutamento e coinvolgimento delle famiglie in primis, queste le priorità secondo la Rugby Rovigo Delta per il settore giovanile. Ora il comunicato che annuncia una piccola apertura, assemblea indetta per l’11 settembre, dimissioni del Cda capitanato dal presidente Attilio Roversi, ed i vice Paolo Reale e Gabriele Breviglieri. Pur criticando le richieste della Delta, i soci ne prenderanno visione e decideranno. Nella prima ipotesi Zambelli avrà la soddisfazione che cerca e potrà avviare il processo di rinnovamento che ritiene giusto, in caso contrario tutto rimarrà come prima, innescando inevitabilmente l’uscita di scena del patron dei Bersaglieri (LEGGI ARTICOLO).

Il comunicato

A seguito delle notizie riportate dalla stampa in questi giorni, il C.d.A della Monti RR Junior desidera precisare che ci sono stati vari colloqui e missive con il Comm. Francesco Zambelli.

Nell'incontro del 27/07/2017 erano state concordate le modifiche statutarie da apportare all'attenzione dell'assemblea straordinaria dei soci per la delibera in merito.

In data 02/08/2017 ci è pervenuta la proposta con le scritture definitive del presidente della RR Delta, proposta che non rispecchiava quanto sottoscritto nella riunione del 27 Luglio.

Il C.d.A esaminata la missiva, pur non ritenendola condivisibile ha, per rispetto degli organi sociali chiamati ad assumere decisioni quali le modifiche statutarie, rassegnato le proprie dimissioni e ha provveduto a convocare, nei tempi e nei modi previsti dalla statuto, un'assemblea straordinaria dei soci in data 11 settembre p.v. con il seguente ordine del giorno:

 1 - Delibera in merito alla proposta della RR Delta in relazione alle modifiche dello statuto della Asd Monti Rugby Rovigo Junior

 2 - Rinnovo del Consiglio Direttivo a seguito di Dimissioni dello stesso, previa determinazione del numero dei Consiglieri

 3 - Elezione del Presidente e dei due Vice Presidenti

Il C.d.A inoltre ritiene di avere sempre operato nel modo migliore per la crescita del rugby rodigino anche se, nei modi e limiti del mandato ricevuto dell'assemblea dei soci e nell'ottica di crescita della RR Delta.

Il C.d.A.

Attilio Roversi, Paolo Reale, Gabriele Breviglieri

19 agosto 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni