LOTTA ALLE ZANZARE ROVIGO Comune costretto ad “investire” altri 10mila euro per la disinfestazione, a fine agosto

Servono altri soldi per la guerra agli insetti

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

Il consigliere Antonio Rossini lo aveva già sostenuto, che non sarebbero bastati 10mila euro per la lotta alle zanzare (LEGGI ARTICOLO). Infatti il Comune ora, alla fine di agosto, ne deve spendere altrettanti. Una lotta poco combattuta dal Comune capoluogo, secondo la minoranza, ipotesi rafforzata dalla scoperta di un focolaio di West Nile proprio a Buso (LEGGI ARTICOLO), territorio di competenza dell’amministrazione rodigina



Rovigo – La guerra del Comune di Rovigo agli insetti, le zanzare, vettori di malattie pericolose come la West Nile potrebbe quest’anno essere effettivamente un po’ discutibile. Qualcuno il caso lo aveva già sollevato come il consigliere del Partito Democratico Mattia Moretto, che aveva sostenuto decisamente insufficiente l’aver “spruzzato un po’ di disinfestante ad inizio estate” soprattutto alla luce del ritrovamento di un focolaio di West Nile nel territorio di competenza del Comune di Rovigo. 

Anche il consigliere di minoranza Antonio Rossini aveva tirato le orecchie all’amministrazione che, fino a questo momento, aveva investito solo 10mila euro per la disinfestazione. Ed in effetti aveva ragione lui, non erano sufficienti. Il Comune di Rovigo, infatti, alla fine di agosto, quando ormai il periodo più caldo dell’anno sta andando verso l’esaurimento, dovrà spenderne altrettanti. Nello specifico, ne spenderà altri 9mila e 394 euro.

22 agosto 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017