SALUTE POLESINE Si entra in classe solo vaccinati. Nei siti degli istituti comprensivi di Villadose, Adria, Fiesso, Badia e Rovigo sono presenti i modelli di dichiarazione per i figli in età scolare

Vaccini, le scuole si mobilitano per informare le famiglie 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Oltre all’Ulss si mobilitano anche gli istituti comprensivi del Polesine nell’avvisare i genitori degli alunni che devono essere in regola per l’anno scolastico 2017-18 con le vaccinazioni. Nei siti viene spiegato come e cosa devono presentare i genitori alla segreteria della scuola 



Rovigo - Cresce l’ansia dei genitori dei bimbi e ragazzi polesani che per poter frequentare la scuola d’infanzia, primaria e secondarie di I grado, devono presentare il certificato vaccinale in regola, secondo i dettami della nuova legge sull’obbligo di immunizzare i minori da 0 a 16 anni.

La circolare ricorda i contenuti della normativa, elenca le vaccinazioni obbligatorie, esorta le Ulss a sollecitare sollecito a effettuarle, risponde alle domande e ai dubbi più frequenti formulati dalle famiglie e segnala che in un primo tempo, per snellire le pratiche, si può ricorrere all’autocertificazione.

Oltre all’Ulss 5 polesana che invita i genitori a mettersi in regola con i certificati vaccinali e spiega come fare prima dell’inizio della scuola (LEGGI ARTICOLO) hanno deciso di aggiungersi a questa campagna informativa anche alcuni istituti comprensivi del territorio che nei propio siti hanno inserito l’informativa del Miur ed i modelli di dichiarazione delle vaccinazioni effettuate al figlio. 

Tra gli istituti maggiori del Polesine che hanno deciso di adoperare questa soluzione ci sono quello di Villadose, Adria 1 e 2, Fiesso Umbertiano, Badia Polesine, e quelli di Rovigo. Nei siti degli istituti comprensivi di Lendinara, Porto Viro e Porto Tolle invece ancora non sono state pubblicate le disposizioni.

Nel documento allegato si legge: “Si informano i genitori che le scuole hanno il compito di acquisire la documentazione relativa all’obbligo vaccinale e devono segnalare all’Ulss territoriale di competenza l’eventuale mancata presentazione di questa documentazione”. 

Per comprovare l’effettuazione delle vaccinazioni potrà essere presentata una dichiarazione sostitutiva. Per l’anno scolastico 2017/2018 occorre presentare alla scuola entro il 10 settembre per le bambine e bambini della scuola dell’infanzia ed entro il 31 ottobre per gli alunni delle primarie e delle secondarie di I grado: la copia del libretto di vaccinazioni vidimato dalla azienda sanitaria locale o il certificato vaccinale o un’attestazione delle vaccinazioni effettuate, rilasciati dall’azienda sanitaria locale. In alternativa sarà possibile presentare dichiarazione sostitutiva che attesta le avvenute vaccinazioni e che dovrà essere seguita entro il 31 marzo 2018 dalla documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione. In caso di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni potrà essere presentata una attestazione del differimento o dell’omissione per motivi di alante redatta dal medico di medicina generale o dal pediatra, o l’attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra.

Entro 10 giorni da questa scadenza il dirigente scolastico sarà tenuto a segnalare alla Asl territorialmente competente l’eventuale mancata consegna della documentazione da parte dei genitori. La documentazione dovrà essere acquisita anche per le alunne e gli alunni che già sono iscritte e iscritti e frequentano l’istituzione scolastica.

30 agosto 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe