TURISMO POLESINE Mercoledì 6 settembre alle ore 11 presso il centro visitatori Parco Delta Po Veneto verrà firmato il protocollo d’intesa Coste fragili tra Slow food ed i nove comuni del Bassopolesine

Ristoratori coinvolti nel valorizzare il Delta 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Un progetto che coinvolge tutti i nove comuni del Delta del Po per sensibilizzare i produttori e tutti gli operatori della ristorazione e del settore turistico-alberghiero con l’obiettivo di valorizzare il territorio: questo è Coste fragili pensato da Slow food e che il 6 settembre vedrà la firma del protocollo d’intesa 



Porto Viro (Ro) - Valorizzare la tutela e la promozione dei territori costieri attraverso il ruolo e la partecipazione delle proprie comunità. E’ l’obiettivo del progetto nazionale promosso da Slow food, intitolato Coste fragili, che coinvolge nove amministrazioni comunali del Delta: Adria, Ariano nel Polesine, Corbola, Loreo, Porto Tolle, Porto Viro, Papozze, Rosolina e Taglio di Po. 

Slow Food guarda con molta attenzione alle caratteristiche territoriali ed ecologiche del Delta del Po e alle sue attività agricole e di pesca. 

Durante l’incontro di mercoledì 6 settembre, alle ore 11 presso il centro visitatori Parco Delta Po Veneto, Slow Food Italia ed i nove comuni del Delta, il Parco Delta del Po e il Gal Delta del Po presenteranno il progetto Coste fragili pensato per questo territorio e firmeranno un protocollo d’intesa.

Come spiega Mauro Pasquali, presidente di Slow food Veneto, “il progetto ambisce a sensibilizzare i produttori e tutti gli operatori della ristorazione e del settore turistico-alberghiero sul recupero di prodotti di qualità e sulla consapevolezza del proprio ruolo rispetto alla valorizzazione dell’identità del territorio”. 

31 agosto 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe