WEST NILE ADRIA (ROVIGO) L'ulss 5 invia al sindaco Massimo Barbujani una lista di cautele da tenere in considerazione nella quotidianità, ecco quali sono

Dopo il contagio, arriva il decalogo anti zanzare

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Dopo il contagio di una persona causa il virus del West Nile, per fortuna senza gravi conseguenze (LEGGI ARTICOLO), l'Ulss 5 polesana ha inviato al comune di Adria, il cui territorio è stato colpito dalla emergenza, una nota con la quale indica un decalogo di comportamenti da tenere per minimizzare le possibilità di diffusione del virus



Adria (Ro) - Una serie di comportamenti per ridurre al massimo il rischio di contagio da West Nile, patologia veicolata dalle zanzare, negli umani, dopo che il primo caso è già stato registrato. Una sorta di decalogo che l'Ulss 5 Polesana ha elaborato nei giorni scorsi, inviando poi copia al Comune di Adria, perché ne mettesse a conoscenza i cittadini. Come in effetti puntualmente avvenuto.

Come spiega l'azienda sanitaria, i trattamenti antilarvali e adulticidi sono terminati il 24 agosto. In aggiunta a questi, per ridurre e contenere la infestazione delle zanzare può essere utili seguire, spiega la nota, una serie di consigli. In primo luogo, evitare che si formino ristagni d'acqua, per esempio lasciando contenitori di vario genere all'esterno quando piove.

Altra cautela che viene presa in considerazione dall'Ulss è quella di cercare di ridurre al massimo la possibilità di venire punti. Usando le zanzariere piuttosto che zampironi o simili e impiegare repellenti cutanei.

4 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe