RUGBY Grande successo di pubblico per l’undicesima edizione del trofeo Adriano Pedrini di Badia Polesine (Rovigo). La FemiCz chiude al terzo posto

Il Reggio vince il torneo degli ex

Jodan Davies (FemiCz Rovigo), il presidente del Reggio Giorgio Bergonzi, e Stefan Basson (Medicei Firenze) con Pippo Frati (Viadana)
Enrico Manghi ex rossoblu ora al Reggio
Francesco Modena (FemiCz Rovigo)
Stefan Basson
Un migliaio gli spettatori al trofeo Pedrini di Badia Polesine
Filippo Cadorini (FemiCz Rovigo)
Antonio Arrigo (FemiCz Rovigo)
Giuseppe Boggiani (FemiCz Rovigo)
Jeff Montauriol e Pasquale Presutti (Medicei Firenze)
Ross McCann (Medicei Firenze)
Rocco Salvan ex rossoblu ed allenatore della Cadetta del Petrarca
La panchina rossoblu con coach Joe McDonnell
Leonardo Mantelli (FemiCz Rovigo)
Massimo Cioffi (FemiCz Rovigo)
Pasquale Presutti tecnico de I Medicei di Firenze e l'ex rossoblu Andrea Bacchetti
Polla Roux (Viadana)
Matteo Ferro (FemiCz Rovigo)
Rugby Reggio ha alzato l'undicesimo trofeo Adriano Pedrini
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Il Rugby Reggio del presidente Giorgio Bergonzi (da 50anni alla guida del club, un record) ha vinto l’undicesima edizione del trofeo Adriano Pedrini di Badia Polesine. In campo tanti ex tra cui Manghi e Luciano Rodriguez tra le fila dei vincitori, Basson, McCann e Maran con I Medicei, Rocco Salvan sulla panchina del Petrarca, e Polla Roux su quella del Valsugana, ed ovviamente Pippo Frati alla guida del Viadana.

Prossimo appuntamento con la FemiCz Rugby Rovigo Delta per venerdì 15 settembre al Battaglini, alle 19 per l'ultima amichevole pre-Campionato con la Lazio Rugby 1927. Sabato 16 settembre, a partire dalle 20:30, vi sarà la presentazione delle squadre rossoblù in piazza Vittorio Emanuele II.


Badia Polesine (Ro) - Tre le indicazioni interessanti per Joe McDonnell e Jason Wright sul campi di via Martiri di Villamarzana. Capitan Ruffolo è già in grande condizione e Cioffi e Davies hanno già fatto vedere il motivo per cui sono arrivati a Rovigo. Per il resto un buon allenamento per tutti, e nulla più come è giusto che sia in tornei di questo tipo che sviluppano in mini partite di 30 minuti. Il trofeo Adriano Pedrini, magistralmente organizzato dal Rugby Badia Group, oltre ai molti ex rossoblù presenti, ha richiamato un migliaio di spettatori sabato 9 settembre. Due gironi con Femi-CZ Rugby Rovigo, Valsugana Rugby Padova, Rugby Viadana 1970 e Petrarca Rugby Padova (Cadetta), Medicei Firenze, ASD Rugby Reggio.

Le prime due di ciascun girone hanno guadagnato la finalissima che ha visto prevalere il Reggio di Lucio Rodriguez sul Viadana di Pippo Frati (14-7). Alla fine del torneo il Rugby Badia ha voluto ringraziare con un presente il patron rossoblù Francesco Zambelli per il suo impegno ventennale nel mondo rugbistico polesano. 

Prima partita dei Bersaglieri senza storia contro il Valsugana dell’ex tecnico Polla Roux. La formazione che milita in Serie A ha dimostrato sicuramente di essere una buona squadra, ma l’impegno non è stato sufficiente per arginare la superiorità tecnica dei rossoblù. Al 5’ subito in meta Davies per la FemiCz Rovigo, poco dopo è Cioffi a mettere il punto esclamativo, Mantelli trasforma. Al 15’ circa è sempre Jordan Davies a marcare, il Valsugana reagisce nel finale segnando la meta della bandiera (19-5).

Tutta un'altra storia, invece, la seconda partita dei Bersaglieri che, nonostante il mantenimento del possesso per gran parte dei 30 minuti di gioco, non riescono a concretizzare gli sforzi di incursione. Contro il solido muro difensivo del Viadana allenato dall’altro ex Pippo Frati, infatti, i rossoblù non riescono a portare a casa il risultato mentre gli avversari, con una meta al 16', si aggiudicano il match per 7-0.

La FemiCz Rovigo ha quindi giocato la finale per il terzo e quarto posto contro gran parte del recente passato affrontando i Medicei di Firenze. In panchina Pasquale Presutti che in viale Alfieri ricordano bene dal 2011, poi con i gigliati  Stefan Basson, Jeff Montauriol, Matteo Maran, Lorenzo Lubian, Ross McCann, Giacomo Riedo e Brancoli. Una sorta di derby che finisce in parità con capitan Edo Ruffolo autentico protagonista.

I rossoblù partono agguerriti e riescono a portare a casa i primi punti dopo pochi minuti grazie ad una bella azione personale del capitano Ruffolo che schiaccia l'ovale sotto i pali. Mantelli trasforma agilmente per il parziale di 7-0. I Medicei però rispondono subito, ottenendo il pareggio, grazie ad una rolling maul devastante dopo touche sui 5 metri rossoblù. A dieci minuti circa dalla fine del match, il capitano dei Bersaglieri in gran spolvero schiaccia la sua seconda marcatura, anche questa sotto i pali, e con la trasformazione di Davies la FemiCz Rugby Rovigo Delta allunga sul 14-7. I Medicei, negli istanti finali della partita, sfruttano nuovamente la superiorità in maul per segnare la seconda meta trasformata da Basson per la parità 14-14. La difesa rossoblù sotto questo aspetto evidenzia diverse criticità (come anche con il Viadana), ma evidentemente le molte assenze e i tanti esperimenti trovano una valida giustificazione. Si passa quindi alla gara di drop, calciati da un pilone di ciascuna squadra, vinta dai Bersaglieri grazie alla precisione al primo tentativo di Nicolò D'Amico.  

GIRONE 1: Femi-CZ Rugby Rovigo, Valsugana Rugby Padova, Rugby Viadana 1970.

GIRONE 2: Petrarca Rugby Padova, Medicei Firenze, ASD Rugby Reggio.

Partite ore 17.00:
Medicei Firenze – Petrarca Padova Cadetta 33-0
Femi-CZ Rovigo- Valsugana Padova 19-5

Partite ore 17.45: 
Femi-CZ Rovigo-Rugby Viadana 1970 0-7
ASD Rugby Reggio-Medicei Firenze 21-0

Partite ore 18.30: 
Petrarca Padova-ASD Rugby Reggio 10-0
Valsugana Padova-Rugby Viadana 1970 5-5 (vince Viadana ai drop)

finale 5° - 6° posto 
Petrarca Padova Cadetta - Valsugana 14-0

finale 3°-  4° posto
FemiCz Rovigo - I Medicei Firenze 14-14 
(vince Rovigo alla gara di drop con D’Amico)

finale 1°- 2° posto.
Rugby Reggio - Viadana 14-7

9 settembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe