LA FATTORIA ROVIGO Il consigliere Alberto Borella ritorna sul tema dei documenti autorizzativi per l'ampliamento commerciale e ad appoggiarlo arrivano i consiglieri del Carroccio, escluso il sindaco Massimo Bergamin

Dalla maggioranza tutta la Lega Nord chiede la commissione d'inchiesta

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017
Prima erano Nicola Marsilio (capogruppo), Michele Aretusini, Fabio Benetti, Riccardo Ruggero e Stefano Raule i consiglieri della Lega Nord che hanno appoggiato la richiesta di chiarimenti sulla questione del centro commerciale La Fattoria (LEGGI ARTICOLO), che il consigliere e commerciante del centro storico Alberto Borella vuole presentare al consiglio, poi sono arrivati anche gli altri colleghi del Carroccio. Borella vorrebbe chiedere una commissione d’inchiesta sull'operato degli uffici


Rovigo - In maggioranza, a volere chiarezza sull’ampliamento commerciale del centro La Fattoria non è solo il consigliere e commerciante del centro storico Alberto Borella. Il consigliere eletto con la civica Obiettivo Rovigo ed ora appartenente al Gruppo Misto, facente parte della maggioranza, nell’ultimo consiglio comunale aveva presentato ai colleghi una richiesta per convocare un consiglio comunale ad hoc, coinvolgendo sia maggioranza che minoranza, per ottenere una serie di approfondimenti invitando dirigente ed assessore sulla questione del centro commerciale La Fattoria lamentando punti neri come le autorizzazioni di almeno un esercizio commerciale e la asserita mancanza delle planimetrie delle singole attività. All’epoca delle prime firme non era ancora arrivata la richiesta di ampliamento commerciale. Ed ora, Borella, venuto a conoscenza della richiesta di ampliamento commerciale de La Fattoria, gestita dagli uffici comunali, per voce dello stesso assessore Federica Moretti come concessione edilizia di carattere urbanistico e non commerciale, chiede invece una vera e propria commissione d’inchiesta. E per ottenerla ha bisogno delle firme di 1/3 dei consiglieri.

Ed è certo che la volontà di fare chiarezza ha fatto breccia non solo tra le file della minoranza, ma anche tra i banchi della maggioranza. Anzi, proprio tra chi fa parte dello stesso gruppo politico del sindaco Massimo Bergamin, la Lega Nord. A firmare quel documento, infatti, ci sono tutti i consiglieri della Lega Nord, ad eccezione del sindaco Massimo Bergamin.
10 settembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe