IL CASO A CASTELMASSA (ROVIGO) Illecito amministrativo contestato a un marocchino di 40 anni: avrebbe ucciso e scuoiato due montoni per la festa del sacrificio senza autorizzazione

Altre macellazioni abusive per la festa islamica

Musikè fondazione cariparo 730x90

Non solo il caso di Adria, dove il commissariato della polizia di Adria è intervenuto due volte in due giorni per un presunto episodio di macellazione fai da te - quindi abusiva - di ovini in occasione della festa islamica del sacrificio (LEGGI ARTICOLO) ; anche a Castelmassa si sarebbe verificato un episodio analogo



Castelmassa (Ro) - Due montoni macellati senza alcuna autorizzazione o visita, pre e post mortem, come vorrebbe la legge, in uno stabile di via Fratelli Bandiera a Castelmassa, in occasione della festa islamica del sacrificio. Questa la contestazioni amministrativa che i carabinieri forestali della stazione di Trecenta hanno contestato a un marocchino di 40 anni, residente a Castelmassa. I fatti risalgono allo scorso 1° settembre, quando anche in Bassopolesine, in particolare ad Adria, si sono verificati problemi di questo tipo, con l'intervento, sia il 1° che il 2 settembre, di personale del commissariato di polizia.

Nell'immediatezza dell'intervento, le due carcasse di montone erano state sottoposte a sequestro amministrativo da parte dei militari. Ora, concluse le formalità di rito, è intervenuto anche il sindaco Eugenio Boschini, che ha intimato al marocchino la distruzione delle carcasse, che dovrà essere affidata a una ditta specializzata, con costi a carico del 40enne.

 

11 settembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe