STRADE ROVIGO Dopo il cedimento sul ponte, la soluzione è stata quella di chiudere via San Sisto a Sant’Apollinare per non riaprirla più. Ma per i ciclisti è un bel problema

Buca e strada chiusa da oltre quattro anni

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

La segnalazione di un lettore che non riesce a credere che una strada, chiusa per un cedimento, non sia più stata sistemata: ci si è limitata a non riaprirla più



Rovigo - Una strada chiusa da oltre quattro anni. "Segnalo con riferimento a via San Sisto, che la strada dopo la chiusura per un cedimento sul ponte non è mai più stata rimessa in sicurezza, rimanendo tuttora inagibile". Questa la segnalazione di un lettore, che ritiene inaccettabile una situazione del genere.

"La strada - prosegue la segnalazione - apparentemente secondaria e di scarsa importanza, è l’unica vera alternativa per i ciclisti che vogliano spostarsi in relativa sicurezza tra la frazione di Borsea e quella di San Sisto, dove trovano la pista ciclabile per Rovigo. In effetti i ciclisti la utilizzano tuttora nonostante sia precauzionalmente chiusa, ma la buca è ancora lì e non è dato conoscere lo stato di salute del sottofondo stradale che potrebbe anche cedere in un area meno circoscritta di quella attuale".

"La strada era stata inserita all’interno del tour fotografico di Rovigo oggi nel 2013 che denunciava lo stato di degrado di molte strade, solo in minima parte risolto. Versano ancora in stato di degrado molte delle strade immortalate all’epoca, addirittura a San Bortolo è avvenuto il ripristino della carreggiata in corso del popolo tra la rotatoria e via Martiri di Belfiore, salvo poi il rapido riapparire delle crepe e delle buche. Non è necessario pubblicare il mio nome, cordiali saluti".

12 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe