FURTO ADRIA (ROVIGO) Li tengono d'occhio e, quando sono lontani, spaccano il finestrino dell'auto e prendono tutto quello che possono. E' ancora allarme in Artessura

I ladri se la prendono con gli amanti del jogging

Musikè fondazione cariparo 730x90

Ancora danni alle auto in Artessura, dove di recente sono stati segnalati vandalismi ai danni delle auto. Questa volta, però, non si tratta di vandalismi fini a se stessi, ma dell'operato di malviventi che sorvegliano i podisti, per poi derubarli di quanto lasciato in auto



Adria (Ro) - Un furto messo a segno ai danni di un'auto in sosta nella serata di martedì 12 settembre, raccontato dalla vittima, che mette in guardia coloro che, come lui, sono appassionati di jogging. Una categoria di sportivi che, purtroppo, pare finita al centro delle mire dei ladri.

"Ho parcheggiato l'auto in piazzale degli Eroi in Via dei Volontari della Croce Verde per andare a fare una corsetta - racconta la vittima del furto - Erano le 19 circa, c'era ancora luce, diverse auto e molte persone sull'argine che passeggiavano o facevano jogging. Dopo mezz'ora, al mio ritorno, l'amara scoperta: mi hanno rotto un finestrino per derubarmi del portafogli e delle chiavi di casa nel portaoggetti del cruscotto. Totale valore del bottino: 38 euro. Mi sono subito diretto dai carabinieri".

"Oggi ho provveduto a tutta la trafila per rifare i documenti, perdendo tutta la giornata. Il fabbro che mi ha cambiato la serratura di casa (per precauzione ho dovuto farlo, essendomi stata rubata la carta di identità assieme alle chiavi), mi ha confermato di come ormai fosse risaputo che gli scassinatori prendessero di mira i podisti, proprio in quella zona. Stessa cosa ribaditami dal carrozziere, che mi ha detto che mi era andata 'molto bene' , perché in molti casi aveva dovuto sostituire interi blocchi dell'apertura porte. Anzi, a molte persone addirittura hanno forato il serbatoio per derubarle perfino della benzina".

"Verso mezzogiorno sono andato in zona per controllare se avessero gettato il portafogli in qualche cestino o nell'erba dell'argine, e ho potuto constatare la presenza di cristalli rotti sull'asfalto, segno che non sono di certo la prima 'vittima'; a quanto pare c'è chi controlla le auto di chi vada a fare una passeggiata in Artessura per poter poi 'andare a colpo sicuro'".

"Quello che dispiace - è l'amareggiata conclusione - è che, evidentemente, il fenomeno sia conosciuto da molti, ma nessuno si prodighi per risolverlo. Ho parcheggiato l'auto ovunque , e me la ritrovo scassinata in centro ad Adria, non nella periferia di una qualche metropoli. Sono molto amareggiato".

13 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

  • “Quando piove, le condutture non assorbono”

    STRADE ADRIA (ROVIGO) Impegno per il Bene Comune e SiamoAdria, con Marco Tosato e Francesca Guarnieri chiedono all’amministrazione di prendere provvedimenti

  • Ore 19.15: la città si inchina ai suoi eroi

    IL RICORDO DELLA TRAGEDIA (ROVIGO) Si chiamavano Nicolò Bellato, 28 anni, Paolo Valesella, 53 anni, Marco Berti, 47 anni, Giuseppe Baldan, 48 anni. Uccisi da una nube tossica, nessuno li dimenticherà

  • Tempo di premi per la performance in Comune

    PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ADRIA (ROVIGO) Per i lavoratori che abbiano raggiunto un punteggio minimo di 71/100 stanziati in tutto 78mila euro, riconoscimenti anche a p.o., dirigenti e segretario generale

  • I ladri fanno incetta di scarpe. Tutte da donna

    FURTO OCCHIOBELLO (ROVIGO) Preso di mira un negozio di Santa Maria, posto sull'Eridania. Spariti contanti e alcune calzature in esposizione, carabinieri sul posto

  • Case popolari: prima gli adriesi

    EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ADRIA (ROVIGO) Il Comune sceglie di avvalersi della facoltà, prevista dalla legge, di attribuire un punteggio maggiore a coloro che da più tempo sono residenti nel Comune

  • Il caso Furlanetto infiammerà il consiglio comunale

    CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Giovedì 28 settembre una riunione piena di questioni importanti: all'ordine del giorno c'è pure il progetto per la nuova sede della casa di riposo

  • Ultimo atto: il Comune paga

    CASO BORGHI AUTENTICI (ADRIA) Palazzo Tassoni onora il decreto ingiuntivo da 33.908 euro, mentre resta in piedi la causa di merito, frutto della sua opposizione

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017