CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Sergio Berlato, consigliere regionale e responsabile veneto di Fratelli d'Italia, interviene sulla questione della bonifica dello stabilimento di Ca' Emo

"Potenziale bomba ecologica": appello alla Regione

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

a ditta di Ca’ Emo nella quale le lavorazioni sono ferme, a seguito di una seconda inchiesta, relativa allo smaltimento di fanghi su terreni agricoli in Toscana (LEGGI ARTICOLO), che è andata ad aggiungersi a quella per le quattro morti del 22 settembre del 2014 , per cui ci si trova già a processo (LEGGI ARTICOLO). Attualmente il tema è quello della necessità di bonificare, nel senso di smaltire i rifiuti speciali fermi ormai da tempo (LEGGI ARTICOLO)



Adria (Ro) - Con una interrogazione alla Giunta regionale depositata in consiglio, il Gruppo Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale accende i riflettori sulla vicenda dell'impianto di Coimpo, in località Ca' Emo nel Comune di Adria. Dove, spiega la interrogazione "parrebbe esserci un potenziale pericolo di inquinamento – afferma il Consigliere regionale e Coordinatore per il Veneto di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Sergio Berlato - La situazione di gravità oggetto dell’interrogazione ci è stata evidenziata dall’Assessore comunale di Adria Giorgia Furlanetto, esponente locale di Fratelli d’Italia".

"Questo sito - prosegue il testo della interrogazione - purtroppo è già conosciuto perché il 22 settembre del 2014 fu teatro di un tragico incidente che costò la vita a quattro persone a causa di una nube tossica.  Ora, indipendentemente dal processo penale e dalle ulteriori indagini con le quali la Procura avrà tutti gli elementi per stabilire le responsabilità e far chiarezza su una situazione di presunto illecito, quello che preoccupa è la presenza di materiale altamente inquinante stoccato ancora nel sito di Ca' Emo che potrebbe provocare un disastro ambientale se non rimosso e trattato con tempestività".

"La priorità adesso è mettere in sicurezza l’area. L’alto rischio inquinamento, che potrebbe pregiudicare la salute della popolazione e le disastrose conseguenze ambientali, è il motivo per cui sollecitiamo la Regione ad intervenire al fine di velocizzare le operazioni di smaltimento rifiuti ed eliminare ogni pericolo – conclude Berlato".

13 settembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Dopo le minacce, indagini e solidarietà

    IL CASO ROVIGO Arriva anche Natalino Balasso a sostenere Cristina Caniato e Vanni Destro, destinatari di due lettere anonime. Dopo la presentazione ufficiale della denuncia, del caso si occuperà la polizia di Rovigo

  • Ancora vandali dei rifiuti a San Basilio

    DEGRADO ARIANO NEL POLESINE (ROVIGO) Copertoni abbandonati sull'argine vicino al ponte, rabbia in paese. Non è la prima volta che accade

  • La grande orchestra del Buzzolla in concerto 

    MUSICA ADRIA (ROVIGO) Sabato 25 novembre alle 21 la formazione di allievi e docenti del Conservatorio, diretta dal maestro Ambrogio De Palma, terrà il l’appuntamento inaugurale per l’anno accademico 2017/2018, al teatro Comunale 

  • Sporcano in pochi, ma pagano tutti

    RIFIUTI IN TRANSPOLESANA (ROVIGO) Il Comune di Badia Polesine ha dovuto di recente stanziare 2mila euro per la pulizia delle piazzole. Una incombenza che tocca anche ad altri Municipi

  • Altre famiglie senza i bidoni “personali”: “Dove conferiamo l’umido?"

    RIFIUTI ROVIGO Palestre, scuole e condomini senza bidoni e cassonetti a Granzette e Boara, cassonetti stracolmi a Sarzano: continuano le segnalazioni dei residenti delle frazioni sui disservizi dall’avvio della raccolta porta a porta

  • Anche in città arrivano gli addobbi

    NATALE ADRIA (ROVIGO) Affidato l’incarico di sistemare gli addobbi luminosi in città, per una spesa complessiva di 15mila euro. Se ne occuperà la ditta Elettrocostruzioni Rovigo

  • Ultimi ritocchi, poi i due velox

    STRADE ADRIA (ROVIGO) Il Comune impegna la somma necessaria a installare l’apparecchio fisso sulla Piovese. Prevista anche la sistemazione di un velobox

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017