IL CASO A PORTO VIRO (ROVIGO) Sconcertante denuncia di una donna. Sulla lapide, ingiurie al defunto, si è dovuti intervenire con un acido particolare

Offese ai defunti, scritte col pennarello indelebile

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni
Un episodio incredibile, se non fosse che è almeno la seconda volta che si verifica, al cimitero di Contarina: un raid vandalico a colpi di pennarello indelebebile, col quale sarebbero state scritte offese sulla lapide di una tomba

Porto Viro (Ro) - Offese sul marmo della tomba, scritte con un pennarello indelebile che ha reso necessario l'intervento con un acido particolare per poterle togliere. E' la seconda volta che si verifica un episodio del genere, mentre più consueti - purtroppo - sono furti di fiori, vasi e ricordini lasciati sulle tombe dai parenti del defunti. Sconcerto per un vandalismo di questo tipo, col personale che è immediatamente intervenuto, per portare avanti la richiesta di un impianto di videosorveglianza che possa fungere da deterrente.
14 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017