IL CASO A ROVIGO L'anziano di Solesino si trova ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale di Rovigo e le sue condizioni appaiono serie

Punto da una zanzara, 80enne grave in ospedale

Bancadria 730x90 Cna Rovigo
Il ricovero a Rovigo è avvenuto lo scorso 2 settembre, dopo che due precedenti visite nel Padovano non avevano, secondo i familiari dell'80enne di Solesino, portato a individuare alcun problema rilevante, nonostante i sintomi lamentati dall'anziano. Dopo brevi ricoveri, quindi, era stato dimesso. Sarebbe stato contagiato, come emerso a Rovigo, dal virus West Nile, una patologia veicolata dalle zanzare


Rovigo - Febbre oltre i 39 gradi, fiacchezza, ma anche svenimenti. Queste la patologie lamentate da un 80enne di Solesino che, dopo due ricoveri a Schiavonia, Padova, nel corso dei quali, secondo i familiari, non sarebbe emerso il reale problema di salute che lo affliggeva, è stato ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale di Rovigo. Sarebbe stato contagiato dal West Nile, una patologia della quale è responsabile un virus che viene veicolato dalle zanzare. A oggi, il caso più grave che abbiano trattato i medici in Polesine in questo 2017. Si tratta, comunque, di una patologia che non è trasmissibile da umano a umano, così che non avrebbe senso indulgere in allarmismi.

Secondo il racconto dei familiari, l'uomo si era sentito male a fine agosto e per due volte era stato eseguito l'accesso all'ospedale di Schiavonia, senza che, dopo due brevi ricoveri, emergesse il reale problema. Probabile che, come ha spiegato l'azienda sanitaria padovana, la malattia non fosse ancora conclamata. A Rovigo, comunque, il West Nile è stato immediatamente diagnosticato per ciò che era, con ricovero. Le dimissioni, al momento, appaiono ancora lontane, dal momento che il quadro clinico è preoccupante.

In zona Solesino, ora, sarà necessario adeoperarsi per cercare di capire da dove provenisse la zanzara infetta che ha contagiato l'anziano, per potere intervenire immediatamente con la disinfestazione.
 

14 settembre 2017




Correlati:

  • Il sindaco: "La Procura indaga sulla zona industriale"

    AMBIENTE VILLADOSE (ROVIGO) L'annuncio nel corso del consiglio comunale, che aveva due punti all'ordine del giorno in tema. "Tutto partito da alcuni campionamenti. La Procura ha però imposto la massima riservatezza"

  • Tra le merendine, ecco la Cannabis. Ed è legale

    LA NOVITA' A ROVIGO Compaiono nelle tabaccherie e nei distributori cittadini i primi prodotti legali a base di cannabis. La reclame garantisce un principio attivo bassissimo: "Non è stupefacente, ma rilassante al massimo"

  • La luce si spegne, la corsa si accende

    M'ILLUMINO DI MENO 2018 TAGLIO DI PO (ROVIGO) In occasione della giornata del risparmio energetico, organizzata una camminata o corsa di gruppo tra le vie del paese. A dare lo start, sarà lo spegnimento delle luci delle piazze

  • "Affidamento da 39mila euro, che ne pensa la Regione?"

    ULSS 5 POLESANA ROVIGO Patrizia Bartelle, consigliere regionale dei 5 Stelle, punta il dito contro la decisione del direttore generale dell'Ulss 5 in tema di comunicazione aziendale

  • Caso Coimpo, una serata per parlarne

    INCONTRO AD ADRIA (ROVIGO) Il Movimento 5 Stelle organizza alla Casa delle associazioni un appuntamento per esaminare la situazione all'indomani dell'inchiesta

  • Un "angelo" digitale per combattere l'ictus

    SALUTE ROVIGO Un enorme passo avanti nella diagnosi, che consente di accelerare il percorso terapeutico, con enormi benefici per il paziente

  • Acqua inquinata, stop all'uso irriguo dello scolo

    AMBIENTE LENDINRA (ROVIGO) Le analisi continuano a trovare problemi nello scolo San Rocco, nuova ordinanza del sindaco in attesa di arrivare alla sistemazione delle fognature

Elezioni Bartolomeo Amidei 730x90 Alternanza