RETE ROVIGO Il Comune aderisce con il centro antiviolenza e la casa rifugio al progetto capitanato da Vicenza che punta al finanziamento regionale 

La sensibilizzazione contro la violenza deve andare avanti 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Una proposta che parte dal Comune di Vicenza alla quale anche Palazzo Nodari si aggrega in qualità di partner con la casa rifugio ed il centro antiviolenza. Si chiama Verso la rete regionale antiviolenza (Vera) il progetto che mira all’ottenimento dei fondi della Regione Veneto attraverso una proposta di piani di comunicazione al fine di sensibilizzare, prevenire e contrastare il fenomeno della violenza sulle donne del territorio regionale



Rovigo – La proposta alla quale ha aderito anche il nostro Comune è quella di realizzare una serie di interventi di divulgazione e sensibilizzazione contro il fenomeno della violenza sulle donne. Un progetto che si chiama Vera (Verso la rete regionale antiviolenza) che il Comune di Vicenza presenterà alla Regione Veneto in qualità di capofila della proposta, per ottenere un finanziamento che va dai 30 ai 50mila euro. A prendere parte al progetto saranno i Comuni di Venezia, Rovigo, Chioggia, Schio e Verona, oltre al capofila Vicenza insieme ai Cav degli stessi comuni partecipanti (e quello di Vittorio Veneto), le case rifugio di Venezia, Vicenza, Rovigo e Schio oltre alla Polizia di Vicenza, Venezia e Chioggia, agli istituti universitari e comprensivi delle province interessate.

Nello specifico, il progetto che mira al finanziamento regionale e che vede in campo anche il Comune di Rovigo, prevede una parte di divulgazione e una di sensibilizzazione. Per la divulgazione gli interventi ipotizzati sono: la realizzazione di una multipiattaforma online per far conoscere alla cittadinanza i centri e le iniziative dei centri (costruzione, cura, manutenzione e formazione) e la realizzazione e divulgazione di una campagna di comunicazione attraverso canali istituzionali. Per quanto riguarda la parte di sensibilizzazione, gli interventi nel concreto prevederanno l’incarico ad una agenzia di comunicazione per la cura di una campagna di promozione contro la violenza di genere e la realizzazione di un flash mob unitario tra tutti i centri antiviolenza del Veneto aperto alle scuole del territorio.

16 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni