MOTORI ADRIA (ROVIGO) Al Trofeo italiano amatori, sul circuito Pietro Taruffi, paura Castellani e gioia per Fabrizio Tinti

A Vallelunga, Tinti ancora sul podio

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Incredibilmente Castellani viene letteralmente “falciato” da un altro pilota alla curva Soratte durante il giro di allineamento, ma ci pensa Tinti a difendere i colori del Team Pregnocorse.  Per tutti il prossimo appuntamento è fissato per il 15 ottobre al Mugello per gara 6 e 7.


Nel quinto round del Trofeo Italiano Amatori, al circuito Piero Taruffi di Campagnano, dopo lo spauracchio per Castellani, è “il solito” Fabrizio Tinti a salire nuovamente sul podio di categoria.

Il circuito di Vallelunga rappresenta sempre un appuntamento impegnativo per gli alfieri del team polesano, non frequentano spesso il circuito capitolino, e se a questo si aggiunge la minaccia di un meteo piovoso, il weekend potrebbe diventare ancor più complicato. Nonostante queste premesse l'approccio è come sempre positivo e il team è pronto per testare il nuovo asfalto che dovrebbe aver risolto i problemi causati dalle varie “buche” che rendevano ostico questo bel tracciato.

Il venerdì è come sempre dedicato alla presa di contatto, con Castellani alle prese con rapporti e set up della sua 848, mentre Tinti si concentra sulla ciclistica e sulla gestione di marce e giri motore per sfruttare al meglio i cavalli della sua Bmw. La giornata si chiude senza pioggia e con buone sensazioni derivanti dal lavoro svolto.

Il sabato di qualifiche si apre con un meteo favorevole che permette di spuntare già in Q1 buoni risultati. Castellani con un buon 1’50.716 che lo colloca in 25esima posizione, mentre Tinti fa sua la quarta posizione provvisoria con il crono di 1’46.673. Il pomeriggio riserva incertezza meteo e ritardi pesanti del programma a causa di ripetute interruzioni dovute a bandiere rosse. Il ritardo accumulato costringe gli organizzatori a rimandare le Q2 alla mattina della domenica.

Domenica mattina il cielo è nuvolo e nella Q2 Castellani migliora il suo crono e con 1’49.872 scatterà dalla 22esima posizione, Tinti invece si trova a fare i conti con problemi di affondamento del mono e conseguenti difficoltà di guida che non gli permettono di migliorare il crono e scivolare in ottava casella per la partenza della gara nel pomeriggio.

Nella gara 600 Incredibilmente Castellani viene letteralmente “falciato” da un altro pilota alla curva Soratte durante il giro di allineamento. Ansia e preoccupazione per tutti i ragazzi del Team.

Nella gara 1000 con tanti pensieri Tinti si schiera in griglia cercando di trovare serenità e la giusta motivazione. Allo spegnimento del semaforo, Fabrizio scatta benissimo ritrovandosi addirittura in terza posizione al primo giro, che manterrà fino a metà del secondo. Da lì in poi è bagarre con scambio di posizioni fino a collocarsi in sesta posizione assoluta, nonostante un set-up non perfetto, fino al traguardo.

Sesto posto assoluto dunque ma secondo posto di categoria che lo proietta sul podio sotto il quale arriva anche Castellani dolorante ma in piedi sulle proprie gambe.

 

19 settembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe