CARABINIERI ADRIA (ROVIGO) Il 37enne ha potuto patteggiare una pena di un anno, dopo l’arresto che era scattato lo scorso 23 giugno, nel corso di un controllo in città

Scappa e rischia di investire carabiniere e bambino

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017
L’arresto era scattato nella giornata di venerdì 23 giugno (LEGGI ARTICOLO). Il 37enne, secondo la ricostruzione accusatoria, si sarebbe dato alla fuga dopo essere stato trovato in possesso dai carabinieri di un modico quantitativo di cocaina, rischiando di travolgere anche un carabinieri e un bimbo. Nella mattinata di mercoledì 20 settembre, l’uomo ha chiuso la propria vicenda processuale, patteggiando un anno, grazie all’avvocato Manuela Beltrame di Adria

Adria (Ro) - Inseguito dai carabinieri, che lo avevano trovato in possesso di un modico quantitativo di cocaina, si sarebbe opposto, cercando di scappare in auto e rischiando di investire un carabiniere, ma mettendo - secondo le contestazioni - in pericolo anche un bimbo. Così, per il 37enne di Adria, le contestazioni, oltre che in tema di stupefacenti, erano anche di resistenza a pubblico ufficiale.

Nella mattinata di mercoledì 20 settembre, ha ottenuto di chiudere la propria vicenda processuale patteggiando una pena di un anno, ottenuta dall’avvocato difensore Manuela Beltrame, che ha avuto accesso al patteggiamento per il proprio assistito.

I fatti, secondo la ricostruzione accusatoria, si erano verificati venerdì 23 giugno, quando i militari avevano, secondo questa ricostruzione dei fatti, controllato un 37enne, trovandolo in possesso di un modico quantitativo di cocaina. Meno di un grammo. Quantitativi altrettanto modesti sarebbero stati trovati in casa, assieme  a un bilancino. Poi, il tentativo di fuga, interrotto dai carabinieri.
20 settembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe