SALUTE ROVIGO Ritorna “Donne.. il seno di poi” ottobre rosa 2017, l’iniziativa organizzata dal comitato Andos, la Provincia ed i 50 comuni del Polesine. Visite gratuite e incontri informativi in 15 comuni polesani

Un “esercito" di dottori per prevenire in tutti i modi il tumore al seno

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Tutti gli appuntamenti dell’edizione 2017 di “Donne.. il seno di poi” ottobre rosa che vede incontri, lezioni incentrate principalmente sulla prevenzione del tumore al seno oltre a visite senologiche gratuite e le iniziative con Cna e Ottica Tenani 



Rovigo - 15 incontri informativi sul tumore al seno e visite senologiche gratuite sono ciò che viene offerto con l’ottobre rosa 2017 “Donne.. il seno di poi” organizzato dal comitato Andos che partirà il 30 settembre. 

Il progetto gode il sostegno dei 50 comuni polesani, della collaborazione dell’Ulss 5 polesana, del patrocinio della Regione Veneto e quest’anno anche della rete oncologica veneta e dell’istituto oncologico veneto.Anche le strutture private Casa di cura Santa Maria Maddalena, Poliambulatorio Sant’Anna e Rovigo Medica, hanno deciso di mettersi a disposizione offrendo spazi per le viste sinologhe oltre a diverse associazioni di volontariato che collaborano alla diffusione del progetto. 

A renderlo noto con estrema soddisfazione è Maria Cavallari Monesi, presidente provinciale dell’Andos, che ha anche affermato come siano state “oltre un migliaio le visite gratuite effettuate lo scorso anno” mentre l’Ulss 5 Polesana tramite Edgardo Contato, direttore sanitario dell’azienda, “è al lavoro per un unico sistema delle immagini e della lettura anche con le strutture private, per identità di percorsi chemioterapici, riabilitativi e limitare spostamenti dalla residenza del paziente”.

I 15 appuntamenti si terranno nei comuni di Rovigo, Ficarolo, Villanova del Ghebbo, Pettorazza Grimani, Ariano nel Polesine, Loreo, Calto, Crespino, Pontecchio Polesine, Villanova Marchesana, Porto Viro, Guarda Veneta e Castelmassa. 

Ala cerimonia di apertura che si terrà sabato 30 settembre ore 17.30 nella sala San Bellino del seminario vescovile a Rovigo, Enzo Fracci, direttore della struttura complessa della chirurgia generale dell’Ulss 5, aprirà i lavori con una lectio magistralis sulla storia della patologia mammaria, mentre l’11 novembre, ore 17 in Gran Guardia, con la cerimonia di chiusura sarà presente Pier Franco Conte, coordinatore tecnico scientifico della rete oncologica veneta che si soffermerà sulla “rete oncologica veneta: prevenzione e cura”.

Tra gli altri appuntamenti invece: giovedì 5 ottobre ore 20.45 a villa Giglioli di Ficarolo “Mangiar sano” con le dottoresse Monica Cibin dietista, e Laura Cominato biologa nutrizionista; venerdì 6 ore 20.45 nella sala polivalente Alfredo Borin di Villanova del Ghebbo “Quello he le donne non dicono” con relatori Fabio De Grandis chirurgo senologo e Giovanni Pavanato dirigente radioterapia Ulss 5; giovedì 12 ottobre ore 20.45 al centro civico di Pettorazza Grimani “Il percorso terapeutico nella cura del tumore al seno” cin Daniela Prando dirigente medico chirurgia Adria e Giovanni Pavanato; venerdì 13 ottobre alle ore 20.45 nella sala della cultura di Ariano nel Polesine “La prevenzione a tavola” con relatrici Monica Cibin e Laura Cominato; sempre venerdì 13 alle ore 20.45 al teatro parrocchiale di Loreo “Donne e tumore: la forza della vita” con Graziella Virdis dirigente radioterapia di Rovigo e Luca Valieri della chirurgia Rovigo-Trecenta.  

Mercoledì 18 ottobre alle ore 20.45 in sala Luppi a Calto “Nuove speranze nella lotta al tumore al seno” con Francesco Pellegrini, chirurgo enologo della casa di cura di Santa Maria Maddalena e Giovanni Pavanato. Giovedì 19 ore 20.45 alla sala polivalente di Crespino “Tumore al seno:esperti a confronto” con relatori Damiano De Tullio della chirurgia Rovigo-Trecenta e Antonio Navarro direttore sanitario Rovigo medica; venerdì 20 ore 20.45 nella sala Civica ex gendarmeria “Il valore della fertilità oltre la guarigione” con Graziella Virdis e Pietro Catalano, primario ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Legnago; mercoledì 25 ore 20.45 alla biblioteca comunale di Villanova Marchesana “La rivoluzione culturale e terapeutica nella cura del tumore al seno” con Damiano De Tullio della chirurgia di Rovigo-Trecenta e Graziella Virdis; giovedì 26 ottobre ore 20.45 nella biblioteca comunale di Porto Viro “Il seno incantato: conoscere, prevenire, curare e avere cura” con Roberta Paesante avvocato, Silvia Toso oncologo direttore di struttura semplice Adria, e Michele Capanna, consigliere comunale di Porto Viro e la paziente Chiara; venerdì 27 ottobre alle ore 17 nella sala polivalente di Guarda Veneta “Ottobre in rosa: prevenzione e stili di vita” con Veronica Biondin chirurgo enologo della casa di cura Santa Maria Maddalena; sempre il 27 ottobre alle ore 20.45 in sala consiliare a Castelmassa “Prevenzione e stili di vita, esperti a confronto” con Pietro Catapano, Anna Maria Cavallari Monesi e la testimonial Susy; infine mercoledì 8 novembre alle or 18 all’ex pescheria Nuova di Rovigo “Cibo e psiche” con Samantha Serpentini dirigente psicologo Iov di Padova e Monica Cibin.

Il tema centrale di quest’anno è la prevenzione nei suoi tre aspetti fondamentali: la primaria, rivolta alla cause che portano al tumore, la secondaria ovvero la diagnosi precoce e la terziaria ricolta a prevenire le conseguenze della malattia. 

 

Con questo principio sono stati scelti gli argomenti da trattare con i vari relatori ma anche sono nati due eventi. Il primo è stato realizzato con Cna impresa donna e Cna alimentazione che vede il coinvolgimenti dei panificatori della provincia. A loro è stato chiesto di realizzare del pane biscotto con farine “intelligenti” (riso, kamut, farro, integrali) che porterà poi l’etichetta cin il decalogo ella prevenzione a tavola e che si potrà trovare nelle varie rivendite per tutto il mese di ottobre.

Il secondo progetto è stato realizzato con Ottica Tenani di Rovigo poichè ottobre è anche il mese della vista. L’Andos vuole occuparsi anche di quelle donne che stanno effettuando o hanno da poco terminato la chemioterapia o l’ormonoterapia e hanno riportato o riportano disturbi di visione o di lacrimazione. A chi si sottoporrà alla visita gratuita e che risulterà positivo o che soffre di dislacrimia da farmaco verranno regalati occhiali correttivi e kit di sostituti lacrimali. 

27 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe