ISTRUZIONE ROVIGO Gli alunni di classe prima dell’istituto tecnico per geometri si sono cimentati nella conoscenza del proprio contesto urbano. "Il futuro geometra conosce le proprie origini e ne è orgoglioso" 

I primini del Bernini affrontano la prova di orienteering per la città

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Una giornata di orienteering culturale in città per gli alunni di classe prima del Bernini che hanno scoperto la città ed alcuni luoghi sconosciuti per conoscere meglio le proprie origini 


Rovigo - L’orienteering dell’istituto superiore Bernini quest’anno è stato dedicato alla cultura. I giovani studenti della classe prima si sono cimentati in monumenti, chiese, uffici al servizio dei cittadini, vecchie mura della Rovigo antica e molto altro, accompagnati dai tutor, studenti di terza e quarta, che li hanno indirizzati e che di volta in volta hanno dato informazioni sintetiche sui luoghi di sosta. 

Gli allievi con cartina e bussola alla mano hanno dovuto girare la città per raccogliere, nei punti prestabiliti, il talloncino che attestava la correttezza del loro percorso. E’ stata l’occasione, per molti, di scoprire la città: strade, vicoli e scorci sconosciuti quale l’antico panificio in piazzetta Annonaria o un vecchissimo fabbricato in prossimità dell’ex ospedale. 

Non poteva mancare come tappa importante il busto del Bernini, colui al quale è stata intitolata la scuola. Un futuro geometra deve conoscere le proprie origini e esserne orgoglioso, è il primo passo per creare il senso di appartenenza.

Un’attività divertente e un primo semplice approccio al lavoro del geometra che non sarà solo un tecnico ma anche un ottimo conoscitore del territorio. 

 

 

 

28 settembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017