INFLUENZA AVIARIA PORTO TOLLE (ROVIGO) Dopo Lendinara e Porto Viro, anche il sindaco di Porto Tolle recepisce le indicazioni del ministero della Salute e pubblica una ordinanza in via cautelativa

Anche qui scatta la sorveglianza speciale

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

Lo avevano già fatto Adria (LEGGI ARTICOLO) e Porto Viro (LEGGI ARTICOLO), ora tocca anche al Comune di Porto Tolle, il cui territorio pure ricade, a quanto indicato dal ministero della Salute, nella zona “ad alto rischio di introduzione di virus influenzali ad alta patogenicità”



Porto Tolle (Ro) - Anche il Comune di Porto Tolle ha recepito le indicazioni del ministero della Salute, conseguenti alla collocazione del suo territorio in un’area considerata “ad alto rischio di introduzione di virus influenzali ad alta patogenicità” in relazione alla possibile diffusione dell’influenza aviaria. In questo senso avevano già agito, sempre su comunicazione della Ulss 5 Polesana, i primi cittadini di Porto Viro e di Adria.

Il Comune di Porto Tolle, in particolare, ha emanato, col sindaco Claudio Bellan, una ordinanza che impone una serie di divieti: allevare il pollame all’aria aperta; utilizzare per abbeverare il pollame acqua proveniente da serbatoi di superficie cui possano avere accesso volatili selvatici, i principali vettori del virus; stoccare i margini e le lettiere per il pollame in assenza di protezione da volatili selvatici o altri animali; concentrare pollame o altri volatili in cattività in occasione di mercati, mostre, esposizioni ed eventi culturali; utilizzare gli uccelli da richiamo degli ordini anseriformi e carandiformi e detenerli in condizioni che consentano il contatto con altri volatili.

L’ordinanza, salvo modifiche, resterà in vigore sino al 1° novembre. Su richiesta, la Regione potrà concedere deroghe, mentre i proprietari e i detentori degli animali dono segnalare all’Ulss qualsiasi variazione degli aspetti sanitari e dei parametri produttivi.

2 ottobre 2017




Correlati:

  • E' la sentenza che può cambiare tre vite

    IL CASO A ROVIGO In ballo un risarcimento da 30 milioni di euro. Ascoltato anche l'ex direttore generale Adriano Marcolongo. Alla prossima udienza si andrà a sentenza

  • "Testamento biologico: qui siamo stati i primi"

    LA GIOIA A OCCHIOBELLO (ROVIGO) Emanuele Ulisse, consigliere comunale, dopo l'approvazione della legge ricorda quanto fatto in paese

  • "Ancora problemi dopo il pensionamento del medico"

    SANITA' CORBOLA (ROVIGO) Guglielmo Brusco lancia l'allarme: "Da parte dei cittadini ancora lamentele. Perché è così difficile risolvere la questione?"

  • Camminare sicuri per la strada è un sogno possibile 

    INIZIATIVE PORTO TOLLE (ROVIGO) Riparte la campagna nazionale per la sicurezza degli utenti vulnerabili della strada “Siamo tutti pedoni”. Incontro sabato 16 dicembre alle ore 10 presso la sala della musica

  • Muore a 14 anni, sarà ricordato per sempre

    LA STORIA A PORTO TOLLE (ROVIGO) Una targa al primo piano delle scuole medie Brunetti per ricordare il piccolo Matteo Crepaldi, studente arresosi alla malattia

  • Natale in musica a Ca’ Venier

    MUSICA PORTO TOLLE (ROVIGO) Venerdì 15 dicembre alle ore 21 presso la chiesa Arcipretale di San Nicolò Vescovo si terrà il terzo appuntamento della rassegna Antichi organi del Polesine con Paola Crema e Deniel Perer

  • Lotta ai piccioni a due passi dal municipio

    DEGRADO ROVIGO Dopo la segnalazione del consigliere Antonio Rossini, il vice sindaco Ezio Conchi ha interessato Ecoambiente per la pulizia del guano e i proprietari degli immobili per la sistemazione di dispositivi anti-piccione

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017