COMUNE ROSOLINA (ROVIGO) Fulvia Fois dai banchi dell’opposizione tira le somme di quanto fatto dall’amministrazione di Franco Vitale. “Le idee e il territorio possono vincere insieme”. E non demorde su ciclabili, raccolta rifiuti intelligente, centro spor

Le proposte che il sindaco non considera 

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018

Le idee meritano di essere raccolte secondo Fulvia Fois. La consigliera di minoranza è molto delusa dalla scarsa progettualità e dalla mancanza di condivisione da parte della maggioranza guidata da Franco Vitale. Lei porta avanti le sue proposte le ripropone 


 

Rosolina (Ro) - E’ più che delusa Fulvia Fois, consigliere comunale dell’opposizione, avversaria politica di Franco Vitale alle elezioni 2016 quando è stato riconfermato in sella al Comune di Rosolina.  "Ritengo che l’amministrazione Vitale, al di là delle apparenze, sia di fatto ingessata e silente in relazione a molteplici aspetti. Basti pensare alla pressoché totale assenza di progettualità, all’incapacità di ricercare fondi pubblici statali ed europei senza perderli”. Fois nota come anche la gestione dell’ordinario sia difficoltosa e propone una carrellata di esempi a suo dire fallimentari:  "i piccoli interventi vanno sempre sollecitati, quasi fossero un favore; i fondi pubblici vengono persi senza nulla dire e non ne vengono ricercati altri; le pertinenze del demanio quali la Piscina Europa (bene dato in concessione ma ad uso pubblico) vengono “tralasciate” in vista della stagione estiva con conseguente danno all’immagine della località; vengono organizzate feste “piegando” gli strumenti amministrativi tipici; i consigli comunali non vengono programmati con quella cadenza periodica (mensile sarebbe auspicabile) che sarebbe invece richiesta per garantire l’effettiva programmazione di tutta l’attività amministrativa e finanziaria e di progettualità che un comune quale quello di Rosolina merita e che gli deve necessariamente essere garantito da chi é stato eletto per farlo".

 

Il grande rammarico per Fois è che Rosolina è caratterizzata molteplici peculiarità del territorio e "il potenziale umano è enorme”. “Se il territorio e le idee degli uomini potessero fondersi in una progettualità a medio e lungo termine, le nuove opportunità economiche e di futuro per i nostri giovani non mancherebbero”. 

“Per questo io miro a realizzare opere importanti quali un centro sportivo attrezzato, una migliore viabilità e facilità di collegamento anche tra le diverse frazioni, piste ciclabili nell’intero territorio comunale, percorsi ciclabili e vita attrezzati dentro la pineta (anche in accordo con la proprietà). Ed ancora un progetto a tutela dell’ambiente che prevede oltre alla raccolta straordinaria e allo smaltimento dell’eternit, l’effettiva raccolta differenziata dei rifiuti, il loro riciclo (come proposto in campagna elettorale) con un abbattimento dell’uso della plastica grazie all’installazione di colonnine di acqua potabile e sicura in tutto il territorio e fruibili dai residenti e dai turisti grazie ad una chiavetta gratuita per i primi e a bassissimo costo per i secondi". 

In particolare, poi, per la località turistica oltre all’asfaltatura delle strade (anche accedendo a fondi pubblici), la realizzazione in via Boccavecchia  (colpita drasticamente dal maltempo del 10 agosto scorso) di un lungo laguna che consenta dall’inizio (entrata di Rosolina Mare) e sino a Porto Caleri di essere percorsa a piedi, in bicicletta, e goduta prevedendo anche l'installazione di panchine lungo il percorso tali da permettere delle soste e di ammirare il panorama e l’ambiente circostante. 

Attenzione va fatta anche alle spiagge libere che dovranno essere tenute pulite e in sicurezza per una loro fruibilità dignitosa".

Il turismo va incentivato sia per attrarre i residenti in loco che gli stranieri. "La località dovrebbe inoltre essere valorizzata maggiormente mediante la realizzazione di un importante calendario degli eventi fatto per tempo e distribuito anche all’estero insieme ai pacchetti di viaggio, di un porticciolo a Porto Caleri di cui si parla da tempo immemorabile ma a parte qualche palo di delimitazione dell’area “cantiere”, nulla si vede all’orizzonte". 

Senza dimenticare appunto i "residenti di Rosolina e delle singole frazioni che hanno diritto di vivere in una città attiva in cui il denaro pubblico viene investito anche per valorizzare le attività economiche presenti e così, conseguentemente, la socialità ad ogni fascia di età".

L’ultima delusione è legata alla scarsa capacità di condividere della maggioranza. “L’attuale maggioranza omette di rendere partecipe del proprio operato l’odierna minoranza presentando le questioni di interesse solo a giochi fatti. Ci vuole più organizzazione, collaborazione, trasparenza nella gestione di ogni questione che riguarda l’interesse e il bene pubblico poiché l’arroccarsi in posizioni perlopiù preconcette nei confronti dei rappresentanti della cosiddetta minoranza, è di fatto poco rispettoso nei confronti dei singoli, ma soprattutto dei cittadini che rappresentano”.

 

3 ottobre 2017




Correlati:

Bancadria 730x90 Cna Rovigo