KICKBOXING ROVIGO La portacolori di Area Sport Cavalier Travel, Francesca Barison, campionessa italiana in carica, prenderà parte ai campionati del mondo 

Francesca Barison: “Vorrei salire sul podio”

Francesca Barison
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Dopo la prima esperienza a Dublino nel 2015, Francesca Barison ammette: "A differenza di Dublino questa volta c'è più consapevolezza, ho imparato a capire quali sono le mie caratteristiche come atleta e a cercare di sfruttarle in ogni occasione”. 


Rovigo - Manca poco meno di un mese all'inizio dei campionati del mondo di Kickboxing, sigla Wako che si svolgeranno a Budapest, e la portacolori di Area Sport Cavalier Travel, Francesca Barison, campionessa italiana in carica della specialità light contact, sta continuando la preparazione agli ordini del maestro Alessandro Milan.

"Sto entrando in una fase molto specifica della preparazione. Gli allenamenti sono molto tecnici - spiega Francesca Barison - cerchiamo di ricreare sempre una situazione di stress simile alla gara per allenare sia la resistenza al combattimento, ma anche per vedere situazioni tattiche importanti sul quadrato". 

La sua preparazione è iniziata a luglio con una prima fase di rinforzo muscolare alternando allenamenti di pesistica a campo di atletica (passando per un match di low kick) per poi arrivare ad una fase puramente tecnica e tattica.

"A differenza di Dublino (2015, ndr) - conferma Francesca Barison - questa volta c'è più consapevolezza, ho imparato a capire quali sono le mie caratteristiche come atleta e a cercare di sfruttarle in ogni occasione. E poi due anni di bagaglio tecnico in più non sono male. A livello internazionale ho delle avversarie molto forti, sia fisicamente che tecnicamente... se devo dire una differenza tra la kickboxing mondiale e quella italiana direi che in molti casi le atlete straniere sembrano tutte professioniste da quanto sono fisicamente presenti in ogni secondo del combattimento".

L’atleta polesana si troverà di fronte il meglio in circolazione "La Russia è senz'altro una nazione fortissima, ma nella mia categoria brillano anche altri paesi come la Polonia e l'Austria”, ma è pronta a dimostrare le sue principali caratteristiche sul  tatami "Cerco sempre di portare molta tenacia e tutto l'amore che ho per il mio sport, poi un buon destro e un calcio laterale veloce non guastano mai!".
Obiettivo mondiale? "Vorrei salire sul podio e riuscire a padroneggiare un tatami così importante".

 

 

6 ottobre 2017




Correlati:

  • Polesani in finale

    FOOTBALL AMERICANO TORNEO CSI 7-LEAGUE Gli Alligators Rovigo, pur perdendo nell’ultimo turno, conquistano la finalissima che si disputerà a gennaio in Lombardia

  • Performance in crescita

    ARRAMPICATA SPORTIVA ROVIGO Nelle ultime due gare del campionato giovanile Veneto (Junior Cup) gli atleti dell’Uni Sport si sono distinti per risultati conseguiti 

  • I nuovi bisogni dello sport

    CONI ROVIGO Incontro nella sala mediateca del palazzo delle Federazioni con le amministrazioni della provincia con relatore Roberto Ghiretti

  • Chiusura dell’anno in bellezza 

    ARTI MARZIALI Ad Adria (Rovigo) successo per l’11° trofeo Ga Diurno di Ju Jitsu. In onore della Giornata Mondiale della Disabilità ad esibirsi era presente anche Cristian, allievo non vedente 

  • La sfida al pregiudizio

    PUGILATO ROVIGO Presentato nella storica palestra di viale Trieste il 4° trofeo Carlo Castellacci che si disputerà il 10 dicembre al Palasport e lanciato il progetto pilota per far combattere i diversamente abili

  • Il ricavato della serata verrà devoluto in beneficienza

    SPORT GAVELLO (ROVIGO) Sabato 9 dicembre “1° Festa Sportiva” organizzata dalla Polisportiva Csi

  • Tre riconoscimenti importanti 

    CONI VENETO Premi prestigiosi per lo sport polesano a Vittorio Cogo, Piero Ambretti e al Baseball Softball Rovigo

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017