COMMERCIO ROVIGO L'assessore Luigi Paulon difende la "sua" idea di sinergia tra centro storico e centro commerciale La Fattoria dal commento tecnico-critico del consigliere Alberto Borella

“Ognuno persegue il suo obiettivo nei binari della legalità"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Al consigliere Alberto Borella, l'idea di una sinergia tra centro storico e centro commerciale non era piaciuta molto, anzi, l'aveva commentata come una pura e semplice questione di opportunità per il centro commerciale (LEGGI ARTICOLO). Ma l'assessore Luigi Paulon difende quella che definisce "sinergia per Rovigo": "Borella vuole gli eventi, vuole le iniziative culturali, vuole il rilancio del centro storico, fingendo di non ricordare che necessitano risorse"



Rovigo - "Ho la strana sensazione che Alberto Borella ne stia facendo una malattia oppure nella sua vita ne ha combinate talmente tante che vede marcio ovunque", l'assessore Luigi Paulon, risponde al consigliere Borella in merito alla "nuova alleanza" tra centro storico e centro commerciale, fatta di sponsorizzazioni da parte de La Fattoria agli eventi in centro città. Una questione, che secondo il consigliere Borella, sarebbe legata semplicemente alla convenienza poiché i finanziamenti al centro storico porterebbero in alto i punteggi del centro commerciale in merito all'impatto sul territorio dell'ampliamento, in sede di conferenza dei servizi.

"Leggo la sua missiva e sorrido, anche se amaro, il fatto che non condivida il suo metodo, non l'obiettivo, voglia dire essere collusi crea amarezza ma anche tanta determinazione nel dimostrare che ha torto - commenta Paulon - Se c'è una cosa di cui vado orgoglioso è la mia coerenza, per questa caratteristica ci ho spesso rimesso, ma alla fine la gente mi ha sempre premiato".

"Ma veniamo alla questione e cerchiamo di spiegare la posizione dell'assessorato al commercio di Rovigo con un esempio - continua Paulon - Vorrei andare in pensione, vado all’Inps e deposito la domanda, allo sportello mi rispondono: alt, prima vediamo i requisiti, se li avrà nessun problema altrimenti...però attenzione è in vigore la legge Fornero che ha cambiato la riforma Schioppa, che cambiava la Maroni, che cambiava la Berlusconi che cambiava la Dini che cambiava la Amato per cui da quando sei andato a lavorare tanto è  cambiato. Se avrai i requisiti della Fornero nulla osta".

"Qui siamo allo stesso punto; richiesta, verifica requisiti, legge attuale (è in vigore la 50), destinazione urbanistica dell'area, standard a parcheggio, a verde. Se ci sono le condizioni non posso fermare se mancano allora tutto si ferma. Qui la politica non può  fare nulla, le scelte della destinazione urbanistica dell'area risalgono agli anni ’80, quando la storia era molto diversa, da allora le legge che di sono susseguite hanno determinato gli sviluppi. Vedere i commercianti del centro storico fare sinergia con le grandi strutture di vendita a Borella non piace, peccato perché invece lo trovo un ottimo successo, ognuno persegue il suo obiettivo nei binari della legalità". 

"Se la Fattoria, alias i commercianti della fattoria, sostengono assieme ai loro colleghi del centro storico delle iniziative culturali o altri eventi dov'è il male? Alberto  Borella vuole gli eventi, vuole le iniziative culturali, vuole il rilancio del centro storico, vuole, vuole, vuole, fingendo di non ricordare che necessitano risorse, anzi lui stesso negli incontri a cui ha partecipato ha sempre chiesto che i commercianti del centro storico facessero colletta e che bisognava integrare. Sono più che convinto che l'operazione 'sinergia per Rovigo' sia buona, con o senza ampliamento, sono due mercati diversi, ed invito Borella, pur continuando nella sua ricerca di chiarezza, di essere parte attiva di quanto sta vivendo il centro storico commerciale, culturale e sociale".

9 ottobre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe