SPORT GAELICI Tre i match in programma sabato pomeriggio al Baseball Field di Rovigo che per l'occasione verrà ridisegnato con le misure previste dalla Gaa Rounders

Evento spettacolare dal sapore antico 

Zurich Inneoin
Baseball 730x90

L'organizzazione della prima edizione dell'Alpen Cup Gaa Rounders-Trofeo "Casetta Rossoblu", in programma sabato prossimo 14 Ottobre al Baseball Field di Via Vittorio Veneto, è frutto della collaborazione con il Baseball Softball Club Rovigo e la Casetta Rossoblu di Fausto Forzato che, alla fine della competizione, organizzerà il tradizionale "terzo tempo" che accoglierà i protagonisti di questa storica giornata di sport 


Rovigo - Puntuale come un orologio svizzero l'Autunno porta con se il Rounders a Rovigo, antico gioco del "batti e corri" gestito dalla Gaelic Athletic Association irlandese che nella New Ascaro ha una delle sue basi più attive in Europa tanto è impegnata nella promozione degli sport gaelici nel Belpaese. Il club rodigino, che nel 2011 fu il primo ad introdurre il football gaelico in Italia, è l'unico a vantare atleti che praticano football, handball e rounders nel nostro Paese. Ben tre delle quattro discipline sportive tradizionali dell'Isola di Smeraldo vengono oggi praticate in questa striscia di terra stretta tra Adige e Po, caratteristica che rende il Polesine, almeno dal punto di vista sportivo, una sorta di "piccola Irlanda" tanta è la passione e la proliferazione d'iniziative legate alla cultura "celtico-irlandese" che vengono promosse dai ragazzi della New Ascaro Rovigo asd sempre pronti a cogliere al balzo ogni occasione utile a promuovere il nome della città di Rovigo anche all'estero.

L'organizzazione della prima edizione dell'Alpen Cup GAA Rounders-Trofeo "Casetta Rossoblu", in programma sabato prossimo 14 Ottobre al Baseball Field di Via Vittorio Veneto, è frutto della collaborazione con il Baseball Softball Club Rovigo e la Casetta Rossoblu di Fausto Forzato che, alla fine della competizione, organizzerà il tradizionale "terzo tempo" che accoglierà i protagonisti di questa storica giornata di sport e nel corso del quale si svolgerà anche la cerimonia di premiazione che andrà a celebrare i vincitori con i trofei messi a disposizione dalla prestigiosa Club House dello Stadio "Mario Battaglini" di Rovigo.  Il carattere internazionale dato all'evento dalla presenza del team svizzero Zurich Inneoin GAA non poteva che coinvolgere anche il locale Panathlon Club International del presidente Federico Cogo da sempre vicino alle iniziative capaci di promuovere quelli che sono i principi fondanti ed etici insiti in ogni disciplina sportiva, soprattutto se si tratta di sport come questi legati anche da un profondo aspetto culturale e di tradizione.

Dopo le partite di Badia Polesine (2015) e Rovigo (2016), dove i ragazzi e le ragazze della New Ascaro sperimentarono il Rounders con grande successo, è giunto quest'anno il momento di rendere ufficiale questo appuntamento, divenuto ormai fisso nel calendario autunnale, organizzando questa competizione di livello internazionale che oltre al team di Zurigo ed ai padroni di casa dell'Ascaro Rovigo Gaa Rounders vedrà impegnata anche una formazione composta da giocatori e giocatrici del Bsc Rovigo che avranno così l'occasione di fare una salto indietro di qualche secolo fino alle radici del loro sport e non sarà certo facile nemmeno per loro cimentarsi nel rounders senza l'ausilio del fidato guantone da baseball, un dettaglio non di poco conto che potrebbe cambiare le carte in tavola e rendere l'esito delle partite molto più incerto.

Al contrario del baseball e del softball, che non prevedono di giocare incontri con squadre miste composte da uomini e donne, il rounders irlandese permette la disputa di tre distinti campionati: Men, Ladies e Mixed, sia a livello giovanile che seniores. La formula "Mixed" sarà quella utilizzata nell'Alpen Cup di Rovigo che sabato vedrà le tre squadre partecipanti affrontarsi in un classico girone all'italiana con partite giocate sulla distanza dei 5 inning. A mettere ancor più incertezza nella composizione della classifica finale la possibilità concessa dal regolamento del rounders di chiudere il match con il punteggio di parità, cosa non prevista nel baseball e nel softball che non contemplano questa opzione.

Non è la prima volta che Zurich Inneoin Gaa ed Ascaro Rovigo Gaa incrociano i loro destini in una competizione a livello Gaelic Games Europe. La prima occasione che vide i due club incontrarsi in una competizione ufficiale risale al 18 Maggio 2013 in occasione del primo torneo di football gaelico giocato in Italia, quello passato alla storia per lo straordinario terzo posto conquistato dalla "sporca dozzina" rossoblu dell'Ascaro. Allo Stadio "Tre Fontane" di Roma, l'Ascaro Rovigo affrontò il forte team elvetico nella semifinale della prima tappa del torneo regionale Italo-Svizzero. Non ci fu storia per i rodigini, alla loro prima esperienza internazionale assoluta, che subirono una cocente sconfitta. Per la cronaca lo squadrone zurighese non concesse nemmeno un punto ai ragazzi dell'Ascaro e s'impose con il risultato di 4 gol e 5 punti (17) a 0! Nello stesso anno, il 15 giugno, allo Stadio "Appiani" di Padova, i rossoblu si trovarono di fronte ancora una volta il team Zurich Inneoin. Questa volta realizzarono 3 punti che non bastarono però a contenere gli elvetici che con 3 gol e 12 punti (21) dilagarono. Quell'anno Zurigo vinse il campionato con 75 punti!

Le prime a riuscire a contrastare lo strapotere del super club rossocrociato furono le ragazze delle Venetian Lionesses che il 13 giugno 2015, nella tappa del torneo regionale sud-est Europa giocata a Padova, nel match d'esordio pareggiarono 1 - 02(5) a 1-02 (5). Nello stesso torneo le "leonesse" ritrovarono le svizzere in semifinale. Questa volta però furono le elvetiche ad imporsi di misura con 2 gol e 2 punti (8) a 1 gol e 3 punti (6). Alla fine del campionato 2015 le ladies di Zurigo si classificarono all'ottavo posto della classifica generale, sopravanzando di una posizione e di soli 2 punti le Venetian Lionesses.

Fino a questo momento dunque, negli scontri diretti, la bilancia dei risultati pende decisamente a favore del club Zurich Inneoin GAA e speriamo che il torneo di rounders possa permettere di riequilibrare un pò le sorti della sfida.

In attesa di sapere come andrà a finire sabato, vediamo di conoscere un pò più da vicino questa splendida realtà fondata nel 2002 da alcuni irlandesi residenti per motivi lavorativi nella più grande città della Svizzera. Oltre al gaelic football ed al ladies gaelic football, gli Inneoin (parola che in lingua gaelica irlandese si traduce con "incudine", n.d.r.) vantano una buona tradizione anche nell'hurling e nel camogie (la versione femminile dell'hurling, ndr). Risale invece solo alla fine dello scorso anno l'apertura della sezione riservata al rounders grazie ad una brillante iniziativa promossa da un paio di membri del club i quali, nella convention Gaelic Games Europe che si tiene annualmente nella città fiamminga di Louvain in Belgio, hanno potuto apprezzare il fatto di quanto il board abbia a cuore ed intenda investire in Europa anche nello sviluppo del rounders. La presenza nel club di un paio di atleti statunitensi ha fatto poi il resto. Le evidenti somiglianze con il baseball e la consulenza dei membri americani del club, hanno permesso di gettare le basi a questa nuova iniziativa sportiva che ha ottenuto subito un più che discreto riscontro tra i soci ottenendo anche un contributo al progetto elargito dal DFA / Global Games Development Fund utilizzato per aiutare lo sviluppo di questa sezione. Inoltre Sinéad Dowling, segretaria degli Inneoin, nel corso di uno dei suoi frequenti viaggi a Dublino ha avuto modo d'incontrarsi con un più che entusiasta Joe Donoughue, presidente GAA Rounders, presentandogli il progetto di sviluppo del rounders in Svizzera ed in altre regioni d'Europa, un progetto al quale, giocoforza, è legato anche il torneo in programma sabato a Rovigo. 

Le giornate organizzate a Zurigo per le famiglie, nella prima metà della stagione sportiva, hanno permesso di riunire, anche grazie al rounders, molti espatriati irlandesi richiamati dai giochi Gaa ma anche molte altre persone non necessariamente legate alla cultura ed alle tradizioni irlandesi. Per alcuni di loro è stata una nuova esperienza sportiva, per altri invece un motivo in più per rispolverare i ricordi dell'infanzia, ai tempi di quando bastava una strada o il campetto vicino a casa per giocare al "batti e corri" irlandese, un modo per rivivere gli straordinari momenti adolescenziali vissuti in patria e dove la parola "Home" echeggiava ininterrottamente per tutto il quartiere. Tutte queste iniziative hanno permesso di avvicinare molte persone al rounders e di crescere nel numero dei praticanti a tutti i livelli tanto che oggi anche la sezione rounders del club Zurich Inneoin GAA vanta un gruppo eterogeneo di praticanti, giocatori e giocatrici irlandesi ma non solo. Per affrontare la trasferta di Rovigo il club svizzero ha allestito infatti una squadra formata da una dozzina di atleti, sei uomini e sei donne, una sorta di multinazionale composta solo in parte da atleti di estrazione irlandese. Di seguito riportiamo la formazione completa e le rispettive nazionalità di provenienza, un bel mix che dona all'Alpen Cup un tocco ancor più internazionale: AJ Maher (Tipperary - Irlanda); Barry Guckian (Leitrim - Irlanda); Camille Taylor (Parigi - Francia); Christine Farrelly (Cavan - Irlanda); Fintan Tuohy (Limerick - Irlanda); Garrett Young (Ireland, Texas - USA); Helene Regozini (Columia - Perù); Julie Guy (New Orleans, Louisiana - USA); Marco Wildhaber (Zurigo - Svizzera);  Maria Miles (Barcellona - Spagna); Riki Bernadotte (New Orleans, Louisiana - USA); Victoria Copeland (Liverpool - Regno Unito).

Tre i match in programma sabato pomeriggio al Baseball Field di Rovigo che per l'occasione verrà ridisegnato con le misure e tutte le particolarità previste dal regolamento ufficiale Gaa Rounders. Alle 14.00 saranno Ascaro Rovigo Gaa e Zurich Inneoin Gaa ad aprire il torneo con una partita che, a prescindere dall'esito finale, entrerà nella storia in quanto segnerà l'inizio di una nuova era nel panorama Gaelic Games in Europa. Sarà infatti la prima volta in assoluto che due squadre appartenenti a nazioni diverse dall'Irlanda, si sfideranno in un match di Rounders a livello internazionale. A seguire ancora emozioni con il derby rodigino tra Ascaro e Rovigo Bsc prima di concludere con Zurigo che affronterà la rappresentativa del Baseball Softball Club Rovigo in un match che si preannuncia spettacolare.

In conclusione sabato a Rovigo ci saranno tutti gli elementi per vivere un grande pomeriggio di sport internazionale, un'occasione unica e forse irripetibile per respirare le emozioni di un evento indimenticabile, uno di quei momenti da raccontare un giorno ai nipoti.

 

 

10 ottobre 2017




Correlati:

Bancadria 730x90 Cna Rovigo