STORIA POLESINE ROVIGO Domenica 15 ottobre si terrà il 73esimo anniversario dell’eccidio di Villamarzana. Le iniziative nei comuni di Castelguglielmo, San Bellino e Villamarzana 

Furono fucilati dai nazifascisti, noi li ricordiamo 

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

I 43 caduti nell’eccidio di Villamarzana saranno ricordati domenica 15 ottobre con la deposizione dei fiori e la messa a loro dedicata



Rovigo - Saranno Diego Collovini, coordinatore veneto dell’Anpi, e Leonardo Raito, docente di Storia moderna all’università di Padova, a tenere alle 11 di domenica 15 ottobre a Villamarzana le commemorazioni per il 73° anniversario dell’eccidio.

Le celebrazioni per la ricorrenza inizieranno già alle 8.30 a Castelguglielmo col ritrovo davanti al municipio per la deposizione dei fiori al monumento dei Martiri di piazza Vittorio Veneto e in corteo al mausoleo dei Martiri al cimitero.

Alle 9.15 a San Bellino raccoglimento davanti alla lapide del maestro Giovanni Tasso per trasferirsi poi a Villamarzana con ritrovo alle 9.45 al cimitero per la deposizione delle corone. Alle 10 al monumento dei 43 Martiri celebrazione della messa ed esecuzione dell’Inno di Mameli. Sarà affidato poi al sindaco Claudio Vittorio Gabrielli il ricordo dei nomi dei 43 caduti scandito dai rintocchi della campana cui seguirà la deposizione delle corone al cippo antistante la casetta del barbiere.

Alle 11 le commemorazioni ufficiali ed alle 11.30 Inno alla gioia e Fischia il vento da parte dell’orchestra delle classi seconda e terza della scuola Pio Mazzocchi di Castelguglielmo diretta dal maestro Luigino Paolo Monesi. Il programma della giornata è stato messo a punto dalla segreteria organizzativa del Comitato per le celebrazioni della Resistenza che fa capo alla Provincia.

11 ottobre 2017




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni