EVENTI FRATTA POLESINE (ROVIGO) Dal 10 al 12 novembre ritorna la rievocazione della festa di San Martino del 1818 tra banchetti, incontri e festa in centro 

Il memorabile banchetto carbonaro ritorna in villa 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Fratta Carbonara è giunta alla sedicesima edizione. Il programma prevede ben due serate dedicate al banchetto carbonaro, la conferenza dal titolo “Silvio Pellico carbonaro e scrittore” tenuto da Giancarla Bertero. Il tutto culminerà domenica 12 novembre con la rievocazione storica tra le vie del centro



Fratta Polesine (Ro) - E’ ormai alle porte la 16esima edizione della rievocazione della festa di San Martino del 1818 a Fratta Polesine. Nella piazza antistante le storiche ville Badoer e Molin-Avezzù anche quest’anno, dal 10 al 12 novembre, si celebrano le vicende dei Carbonari che, abbracciando ideali di libertà e di patria, contribuirono a scrivere un importante capitolo del Risorgimento italiano.

Questa edizione è all’insegna delle novità con la nuova giunta comunale, che sta predisponendo la festa unitamente agli storici organizzatori, Maria Selene ed Adriano Farinelli.

banchetti di venerdì 10 e sabato 11 novembre in villa Avezzù avranno la stessa ossatura delle edizioni precedenti, ma la regia promette un paio di piccole novità che al momento sono però ancora rigorosamente “segrete”. Quest’anno ci saranno due new entry: Matteo Bazzan (qualcuno ricorderà la figura di suo padre, Graziano, prematuramente scomparso alcuni anni or sono) ed Elena Fioravanti, di Lendinara. Cresce quindi la collaborazione e lo scambio con questo paese, che continua come in un bilancio aziendale con un dare/avere di persone che interagiscono nelle varie manifestazioni delle due realtà polesane.

Un’altra svolta sarà il ritorno del catering “Al pioppeto” di Romano d’Ezzelino, già presente nelle prime edizione del banchetto carbonaro, quindi un piacevole ritorno ad un passato rimasto nella memoria per la loro esperienza e professionalità. 

Sabato mattina 11 novembre, alle ore 10.30, nella sala della biblioteca civica, si terrà una conferenza dal titolo “Silvio Pellico carbonaro e scrittore” tenuto dalla Giancarla Bertero, funzionario dell’archivio e biblioteca storica della città di Saluzzo (il paese di  S. Pellico); verrà proiettato un breve filmato sulla sua figura e l’intervento verterà anche sui suoi rapporti verbali con Fortunato Oroboni, suo vicino di cella, nel carcere dello Spielberg; il dialogo, riportato nelle “Mie prigioni”, verrà riproposto, al termine del convegno, da due attori. 

Infine, domenica 12 novembre la piazza riproporrà fatti e vicende che, al pari di quanto successo nel banchetto dei giorni precedenti, hanno una realtà storicamente accertata.

11 ottobre 2017




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni