AUTONOMIA DEL VENETO ROVIGO Il Psi ha preso una posizione chiara e che non dà spazio a equivoci: la consultazione è inutile

I socialisti: "Un referendum inutile che toglie soldi alla sanità"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Una opinione davvero tranciante, quella espressa dal Partito socialista italiano, in merito alla consultazione del prossimo 22 ottobre relativa alla autonomia del Veneto



Rovigo - Il Psi Partito socialista italiano ha confermato la sua posizione relativamente al referendum del 22 ottobre prossimo per l'autonomia del Veneto. E’ stata chiara e convincente la posizione espressa dall’onorevole Gianfranco Schietroma Schietroma, da Gianni Giribuola e da Gianmario Scaramuzza, referenti locali del partito. "Siamo di fronte - spiega la nota del Psi - ad un referendum che non serve assolutamente a nulla se non ad una campagna propagandistica per la Lega Nord a spese dei cittadini in quanto gli obiettivi che sono stati esaltati sono del tutto infondati costituzionalmente e, quindi, non traducibili nella realtà. Non servirà, infatti, a ridurre le tasse, a realizzare una fiscalità più vantaggiosa, né, tantomeno, a trasformare il Veneto in Regione a Statuto Speciale".

"Il quesito ammesso è in tutto identico a quanto già previsto dall’art. 116 del Titolo V dell’attuale Costituzione ed allora perché indire un referendum per un obiettivo che è già previsto con regolari procedure come, del resto, sta già facendo la Regione Emilia Romagna in questi giorni? Le materie su cui è possibile chiedere maggiore autonomia sono già previste dall’art.117 della Costituzione e, pertanto, sarebbe stato sufficiente che la Regione Veneto, consultati gli enti locali, avesse aperto un confronto con il Governo. Questo referendum rappresenta, in sostanza, una spesa inutile se non dannosa in quanto le somme stanziate avrebbero potuto essere destinate con maggiori utilità sociali alla sanità veneta con tagli alle Ulss come quella di Rovigo".

"I Socialisti confermano il loro totale rispetto nell’istituto del referendum e sulla politica delle autonomie, ma non sono disposti a confondere questi nobili istituti con delle inutili carnevalate o, peggio, con una campagna propagandistica in prossimità di una consultazione elettorale. E’ essenzialmente per questi motivi che il Psi invita a non farsi prendere in giro e a non partecipare, quindi, alla inutile consultazione".

12 ottobre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • "Giusto convocare il consiglio sul referendum"

    COMUNE ROSOLINA (ROVIGO) Giovanni Crivellari replica a Daniela Falconi spiegando che  il consiglio comunale del 16 ottobre è stato convocato senza alcuna violazione del regolamento

  • "22 ottobre, l’abile escamotage per distrarre dal malgoverno di Zaia"

    AUTONOMIA DEL VENETO Patrizia Bartelle, Francesco Gennaro, Ivaldo Vernelli ed Elena Suman sono contrari al referendum consultivo non dal punto di vista ideologico ma da quello formale: “questa classe dirigente in Regione non merita un mandato in bianco"

  • Il voto è vicino, "silenziati" gli striscioni

    REFERENDUM AUTONOMIA VENETO (ROVIGO) La polizia locale impone a Rifondazione Comunista di togliere lo striscione che inneggiava all’astensione e chiede alla Lega Nord di oscurare il “Sì” dal proprio manifesto

  • “Perché sia una vittoria serve la partecipazione”

    REFERENDUM PORTO VIRO (ROVIGO) Interesse e partecipazione per il convegno organizzato venerdì 13 ottobre alla biblioteca. L’assessore regionale Cristiano Corazzari ha spiegato il motivo per cui non c’erano alternative alla consultazione

  • Autonomia non significa indipendenza

    REFERENDUM 22 OTTOBRE Luca Azzano Cantarutti per il Grande Nord e Fabio Benetti della Lega Nord spiegano l’importanza di andare a votare e perché votare Sì

  • Parlare di referendum: i giovani ci sono

    L'INCONTRO A LENDINARA (ROVIGO) La serata organizzata dal Forum Giovani, presieduto da Camilla Maduri, ha richiamato davvero tante persone. Un bel segnale sul fronte della partecipazione

  • Duello tra big sull’autonomia del Veneto 

    EVENTI STIENTA (ROVIGO) Lunedì 2 ottobre alle ore 20.45 il confronto tra l’assessore ed il consigliere regionale Cristiano Corazzari e Graziano Azzalin sul referendum del prossimo 22 ottobre

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017