REFERENDUM AUTONOMIA VENETO (ROVIGO) Ufficio elettorale e Regione danno le direttive sulla giornata del 22 ottobre. Si vota dalle 7 alle 23, senza tessera, basta infatti il documento d’identità

Pronte le 205mila schede per il voto di domenica 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

L’ufficio elettorale informa i cittadini: in occasione del referendum regionale consultivo sull'Autonomia del Veneto, di domenica 22 ottobre, per votare basta solo il documento di riconoscimento. Si voterà nel seggio indicato sulla propria tessera elettorale. I cittadini che non ce l’hanno potranno recarsi nel proprio Comune e chiedere informazioni sul seggio, anche durante il week end



Rovigo – L'ufficio elettorale informa che per esercitare il diritto di voto è sufficiente presentarsi al seggio muniti di idoneo documento di riconoscimento. Domenica 22 ottobre, insomma, per votare al Referendum per l’autonomia del Veneto, basta la carta d’identità.

Il seggio presso il quale ci si deve recare è quello riportato nella tessera elettorale, qualora l'elettore non sia in possesso della tessera elettorale è possibile rivolgersi all'ufficio elettorale del proprio Comune, anche durante le giornate di sabato 21 e domenica 22 ottobre, per ottenere la comunicazione della sezione elettorale di appartenenza presso cui votare e del relativo indirizzo. 

La Regione informa di aver predisposto tutto il materiale necessario per la consultazione: quattro milioni e mezzo di schede e relative ricevute di votazione, oltre 62.555 manifesti, 10.500 verbali, 5.213 urne e altrettanti pacchi di cancelleria, 5.500 kit contenenti timbri, boccette inchiostro, tamponi, 31.000 matite copiative. Materiale che sarà totalmente consegnato entro venerdì prossimo nei seggi di tutto il Veneto per la celebrazione del referendum regionale consultivo sull’autonomia, che si svolgerà domenica 22 ottobre, dalle ore 7 alle ore 23, in 4.739 sezioni, per un corpo elettorale che, a oggi risulta essere di 4.068.577 elettori veneti.

Ricompresi in questo numero ci sono anche oltre 330 mila elettori residenti all’estero, i quali possono esercitare il diritto di voto solo recandosi personalmente al seggio. Per quanto riguarda nello specifico la Provincia di Rovigo, le sezioni, sparse nei 50 Comuni polesani saranno 279, di cui 6 ospedaliere e le schede per il voto destinate al territorio rodigino sono 205mila.

17 ottobre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni