MOTORI ROVIGO L’alfiere di Pregnocorse conquista il titolo amatori nella categoria over 50. Weekend complicato dalla nebbia

Al Mugello, Tinti vince e si laurea campione

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Nel sesto e settimo round del Trofeo Italiano Amatori, al Mugello, Fabrizio Tinti sale per ben due volte sul gradino più alto del podio e si laurea campione di categoria


Scarperia e San piero (Fi) - Nella splendida cornice del circuito fiorentino del Mugello termina una avvincente stagione 2017 del Trofeo Amatori, che per alterne fortune vede il solo Fabrizio Tinti unico pilota del team Pregnocorse. Purtroppo la recente frattura della clavicola, causata da un pilota-kamikaze che l’ha centrato durante il giro di formazione della gara di Vallelunga, non permette ancora a Francesco Castellani di salire in sella alla propria moto per difendere la posizione in campionato.

Il weekend di gare inizia con una fitta nebbia che non permette ingresso in pista fino alle 11 del mattino. Il tempo è utilizzato da Tinti e il suo tecnico di pista, Luca Bogdan, per verificare i dati acquisiti nella tappa di fine agosto e decidere la strategia di questo week end. Quando il sole buca la nebbia finalmente si entra in pista. Il lavoro del venerdì è come sempre su molle, tarature e rapporti per trovare il giusto set up. Tempi serrati e unico turno di qualifiche a causa gara doppia. Sarà quindi importante sfruttare al meglio il turno per spuntare una buona posizione nella griglia, che servirà per lo schieramento in gara sia sabato pomeriggio sia domenica.

La mattinata di sabato è caratterizzata da una fitta nebbia che impone all’organizzatore la modifica dei programmi. La qualifica è ritardata di quasi due ore ma Tinti non si deconcentra e a sessione termina guadagna il centro della seconda fila collocandosi nella quinta casella.

Gara1: Come il solito la griglia è completa e affollata da piloti, meccanici ed ombrelline. La tensione e i tanti liquidi assunti non lasciano altra scelta a Bricio che abbandonare un attimo la sua HP4 schierata e portarsi al muretto del rettilineo per un rapido “alleggerimento”. Terminata la procedura sale il rombo dei motori e allo spegnimento dei semafori lo scatto del nostro numero 155 non è dei migliori tanto è vero che perde alcune posizioni ritrovandosi oltre il decimo posto. Superato lo smarrimento inizia una serie di  spettacolari sorpassi  - esterno San Donato, interno Arrabbiata, staccata Correntaio – che lo porteranno al quinto posto assoluto e sul gradino più alto del podio di categoria Over 50 e grande soddisfazione nel parco chiuso per avere infranto il muro dei 2’ al Mugello! Il nostro Tinti ha dato il 110% e per i ragazzi del team assieme ad un soddisfatto Luca Bogdan è tempo di festeggiare.

Gara2: La solita mattinata di nebbia sconvolge il programma domenicale imponendo ritardi e gare ridotte. Quando giunge il momento della categoria 1000 base, la nostra, Fabrizio non perde la calma e scatta fulmineo arrivando alla San Donato in prima posizione! “solita” gara di cuore con sorpassi e contro sorpassi che vedrà terminare Bricio sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione mettendo un altro bel sigillo ad una stagione emozionante.

Classifiche finali di Trofeo Italiano Amatori categoria 1000 Base: 4° classifica assoluta , 1° classifica Over 50 e 3° classifica time 2.04, niente male per essere all’esordio nel Trofeo Amatori e al primo anno in sella ad un quattro cilindri,  dopo tanti anni di bicilindrici made in Borgo Panigale.

Un ringraziamento speciale al team Pregnocorse, Total Protection Service, TecnoPiscine International, Clinica della Moto Service, Luca Bogdan Magni e Elis Mattioli.

 

 

 

19 ottobre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni