RUGBY ROVIGO Taglio del nastro nei sotterranei dei giardini delle Due Torri per la mostra organizzata da Mondovale. Sarà aperta al pubblico fino al 24 ottobre

La storia in 15 pannelli

Elezioni Diego Crivellari 730x90 Alternanza

Sono esposti nei sotterranei dei giardini delle Due Torri, in piazza Matteotti, in una mostra dal titolo “Il rugby a Rovigo. Dai pionieri al primo scudetto del Veneto”, giovedì 19 ottobre l’inaugurazione con il sindaco Bergamin e il presidente dei Bersaglieri, Francesco Zambelli.

Il 9 novembre alle 21 presso l’Archivio di stato in anteprima ci sarà  la presentazione del documentario dedicato a Dino Lanzoni a cura di Alberto Gambato.


Rovigo - Senza storia una società sportiva non ha futuro. La Rugby Rovigo di storia ne ha da vendere, culla ovale d’Italia, città in mischia, vestire la maglia dei Bersaglieri è un sogno per ogni bambino che frequenta i campi da rugby del Polesine e non solo. 15 panelli sapientemente realizzati da Alberto Guerrini ed Alberto Gambato con l’associazione Mondovale, sono esposti nei sotterranei dei giardini delle Due Torri, in piazza Matteotti, in una mostra dal titolo “Il rugby a Rovigo. Dai pionieri al primo scudetto del Veneto”. Taglio del nastro giovedì 19 ottobre con il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin, l’assessore allo Sport Luigi Paulon, il numero uno di viale Alfieri Francesco Zambelli e il presidente di Mondovale Luigi Contegiacomo oltre a diversi esponenti delle istituzione del pianeta ovale rossoblù.

"Siamo giunti finalmente a dare vita a questo spazio - ha commentato l’assessore Luigi Paulon - la prima apertura ufficiale con la mostra dei pionieri del rugby dei sotterranei, orgoglio della nostra città”. Una mostra realizzata nell’ambito dell’ottobre rodigino, ma che è il preludio alla proiezione del film documentario “Dino”, dedicato al pioniere del rugby Davide “Dino” Lanzoni. Evento che è programmato giovedì 9 novembre presso l’Archivio di Stato.

"Grazie a tutti coloro che si sono adoperati e impegnati per rendere fruibile questo luogo. Un luogo storico della città di Rovigo - ha esclamato il sindaco Bergamin - che permette di tramandare i nostri ricordi la nostra memoria. Partiamo dal pioniere Davide Lanzoni, personaggio storico del rugby rodigino, ma attorno a me vedo tanti pionieri che il sabato ogni volta con la pioggia, con il sole, con qualsiasi situazione meteo vanno a vedere la partita e a sostenere i Bersaglieri".

"Mondovale è nata per valorizzare non solo la storia del rugby a Rovigo ma del rugby in generale. Abbiamo ricostruito la storia - ha spiegato Luigi Contegiacomo - raccontata con la mostra grazie a fotografie donate dai nostri amici, e grazie a videocassette. Abbiamo fatto squadra e abbiamo ricostruito le vite dei pionieri grazie alle memorie d'archivio con i quali si è riusciti a risalire all'albero genealogico di Dino Lanzoni".

Per la società di viale Alfieri non poteva mancare il patron Francesco Zambelli accompagnato dal suo vice Nicola Azzi e dal consigliere Giovanni Zanella "Apprezzo moltissimo questa iniziativa. Da sempre in questi ultimi 7, 8 anni ho coltivato l'idea di conservare la storia della Rugby Rovigo. Non sono un pioniere ma voglio contribuire a ridare vigore a questo sport".

 

 

19 ottobre 2017




Correlati:

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018