POLIZIA ROVIGO Un aiutante avrebbe litigato col parente con la ex. Dopo la scazzottata, nuova lite violenta

Folle inseguimento tra le giostre armato di coltello

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento
Divieto di ritorno per un 46enne che in questo periodo della Fiera di Ottobre, lavorava coma aiutante alle giostre del Censer. Si sarebbe reso responsabile, secondo questa ricostruzione dei fatti, di un inseguimento con un rivale tra le giostre con coltello alla mano.

Rovigo - Tutto era cominciato nel fine settiman, in zona Censer, dove si trovano le giostre. A monte di tutto ci sarebbe stata la situazione di un 46enne che lavora come aiutante alle giostre, che in passato aveva avuto una relazione con un'altra giostraia. Il tutto un anno fa circa. I due si erano poi ritrovati quest'anno, affiancati al Censer.

Il 46enne avrebbe chiesto con insistenza,giovedì 19 ottobre, un incontro per parlare del passato, organizzato anche con i parenti di lei. Sarebbe però finito male: a scazzotate tra il 46enne e il fratello della donna, intervenuto per difenderlo. Era, secondo questa ricostruzione dei fatti, venerdì 20 ottobre. Immediato l'intervento della Volante.

Sabato 21 ottobre, poi, una specie di inseguimento tra i due in mezzo alle giostre, probabilmente come strascico per quanto avvenuto il giorno prima. Una follia alla quale ha posto termine l'intervento della Volante, che ha fermato la lite. Nella giornata di domenica 22 ottobre, infine, la notifica del divieto di ritorno per il 46enne. Per tre anni non potrà rimettere piede nel territorio comunale di Rovigo.
24 ottobre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018