RIQUALIFICAZIONE EX OSPEDALE MADDALENA ROVIGO Nel progetto del Comune presentato al ministero c’è anche la ristrutturazione di una parte della casa di riposo per la realizzazione di 14 stanze per i giovani universitari

Alloggi per gli studenti del Cur a Casa Serena 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Uno studentato a Casa Serena: l’idea del Comune che compare nel progetto di riqualificazione del ex ospedale Maddalena e del quartiere Commenda oggetto del bando ministeriale. Oltre agli immobili “promessi” ai privati presenti nel protocollo (LEGGI ARTICOLO), potrebbe essercene un altro, “Casa Barotto”


Rovigo – Nel piano di riqualificazione presentato dal Comune di Rovigo al ministero, al fine di ottenere il “maxi regalo” da 13milioni e mezzo di euro (più 4 milioni e mezzo che risultano dall’accordo Comune-privati), Palazzo Nodari prevede anche la realizzazione di appartamenti per gli studenti a Casa Serena. Oltre alla riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena e alla sistemazione delle strade, infatti, nel progetto vi è anche la ristrutturazione di un piano della struttura per l’assistenza agli anziani, situata nello stesso quartiere oggetto della bando, la Commenda Ovest. Una ristrutturazione di 910mq che potrà così ospitare 14 alloggi di varie dimensioni per gli studenti frequentanti il vicino Centro Universitario per una somma di lavori pari a 340mila euro. 

Un paio di anni fa un questionario somministrato agli studenti universitari aveva chiaramente sottolineato l’inutilità di realizzare alloggi dedicati, vista la bassissima presenza di studenti che mostravano necessità di dormire a Rovigo (LEGGI ARTICOLO), ma nonostante questo il progetto di uno studentato proprio adiacente al Cur ha visto da poco essere adottata dal Comune di Rovigo una variante per la possibilità di realizzare in quell’area una struttura del genere (LEGGI ARTICOLO). Ma per Palazzo Nodari evidentemente gli alloggi presenti o “in potenza” non sarebbero abbastanza, visto che identifica anche Casa Serena come un possibile alloggio per universitari giustificando, nel progetto presentato per il bando ministeriale, la ristrutturazione degli alloggi come l’attuazione dell’“integrazione sociale tra anziani e giovani tanto auspicata dalle migliori politiche urbane”.

Ma oltre agli alloggi universitari nel piano presentato dal Comune di Rovigo ci sono anche interventi infrastrutturali che comporteranno il rinnovamento sia delle sedi stradali sia pedonali ma anche un esteso sistema di videosorveglianza coordinato con i nuovi sistemi di illuminazione notturna (lavori per un valore di poco più di 2 milioni di euro). Per quanto riguarda l’ex ospedale Maddalena, come già annunciato, questo diventerà sede di uffici comunali e della polizia municipale. La ristrutturazione della struttura comporta il costo più rilevante del progetto, ovvero 9 milioni di euro. Il valore dell’immobile che il Comune acquisirà, ovvero 4 milioni e mezzo di valore dell’ex ospedale Maddalena, è la parte messa dai privati nel progetto in questione che verrà “adeguatamente ripagata” attraverso un protocollo d’intesa tra Palazzo Nodari e i privati.

Nel protocollo d’intesa, infatti, il Comune, in cambio dell’acquisizione dell’ex ospedale Maddalena darebbe in concessione ai privati quattro aree degradate da riqualificare, ovvero piazzale Di Vittorio, l’ex sede dei vigili del fuoco, l’ex forno comunale e gli ex uffici della polizia locale. Ma in una richiesta di stima fatta dal Comune all’agenzia delle entrate, successiva al protocollo, apparirebbe un altro immobile oggetto di valutazione, ovvero “Casa Barotto” di viale Porta Adige. Una richiesta di stima che potrebbe essere legata al protocollo d’intesa (potrebbe andare a sostituire uno degli immobili già oggetto di accordo), oppure no.

 

 

24 ottobre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe