COMUNE POLESELLA (ROVIGO) Primo incontro tra il sindaco Leonardo Raito e la vice Consuelo Pavani con le associazioni del territorio per redigere il documento

"La comunità è matura per il bilancio sociale"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Dagli investimenti effettuati alle opere da realizzare ed i prossimi progetti: su questi temi si è tenuto il primo incontro del sindaco Leonardo Raito e della sua vice Consuelo Pavani con le associazioni del territorio per redigere un bilancio sociale del Comune 



Polesella (Ro) - Il Comune di Polesella lancia la sfida della redazione di un proprio bilancio sociale, e lo fa con un primo incontro in cui il sindaco Leonardo Raito e la sua vice Consuelo Pavani hanno incontrato le associazioni del territorio per fare il punto di investimenti e progetti e raccogliere suggerimenti e indicazioni in merito alle prospettive del paese e del territorio. 

Il sindaco Raito ha spiegato gli obiettivi del percorso: “Un bilancio non è fatto solo di numeri, di entrate e di uscite, ma anche di ricadute effettive delle azioni e delle programmazioni. So che il bilancio sociale non è una pratica comune alle piccole municipalità ma noi siamo convinti, per la qualità e l’ampiezza del mondo dell’associazionismo territoriale, che siamo una comunità matura per poter fare questo passo avanti”. 

Il bilancio sociale nasce dalla consapevolezza che esistono diverse categorie di persone, definiti stakeholders, che hanno un interesse, a conoscere quali ricadute, o effetti, l'ente produce nei propri confronti. Una conseguenza di questo aspetto è che l'ente, per rendere conto degli effetti del proprio operato sulle diverse categorie di persone, non può esimersi dal coinvolgerli, per individuare insieme quali siano questi effetti. Nel corso della serata, la prima di una serie che l’amministrazione intende promuovere, il sindaco Raito ha voluto elencare gli investimenti effettuati in opere pubbliche e la valenza sociale degli stessi, evidenziando anche i punti critici, le difficoltà e i sogni da realizzare. 

In circa un’ora di esposizione, ricca di dati, immagini, progetti e realizzazioni, si sono ripercorsi tre anni di amministrazione che le associazioni hanno apprezzato e arricchito di commenti, suggerimenti e indicazioni. Tra le cose che il comune vorrebbe realizzare meglio, il sindaco ha evidenziato il decoro pubblico, il contrasto all’abbandono di rifiuti lungo le strade, la sistemazione dell’ex cinema Vittoria e dei giardini pubblici. In un prossimo incontro si parlerà dei progetti nel sociale, nella cultura, nell’istruzione e nella promozione del territorio

“Gli spunti sono stati molteplici e la riunione davvero di grande valore – hanno sottolineato il sindaco e il vicesindaco – e nel corso della prossima fisseremo altri punti fermi in merito alle ricadute dell’azione politica e saremo pronti poi a presentare i risultati di questa ricognizione ai cittadini. Entro l’anno avremo pronto il nostro bilancio sociale, uno strumento di condivisione del quale, crediamo, i cittadini che amano il proprio paese potranno essere orgogliosi”. 

27 ottobre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni