PROFUGHI FIESSO UMBERTIANO (ROVIGO) La sindaca Luigia Modonesi ribadisce che è l’imposizione dall’alto dell’arrivo in paese dei sei richiedenti asilo: “è un modo irrispettoso”

“Non sono contro l’accoglienza”

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Il sindaco di Fiesso Umbertiano Luigia Modonesi non fa un passo indietro, neppure dopo il tentativo della cooperativa di abbassare i toni (LEGGI ARTICOLO) e stemperare la situazione. Al centro di tutto, ancora, il possibile arrivo dei sei o sette profughi a Fiesso (LEGGI ARTICOLO)


 

Fiesso Umbertiano (Ro) - "Prima di questa settimana non ho mai sentito né incontrato operatori e gestori di questa cooperativa sociale, quindi a gennaio non mi ha mai contattato nessuno assolutamente, se qualcuno avesse riferito cosa simile sarebbe fandonia pura". Il sindaco di Fiesso Umbertiano ribadisce la propria posizione: ha saputo solo nei giorni scorsi, tramite una chiamata del Prefetto, del prossimo arrivo di sei o sette profughi in due abitazioni private di via Chiavichetta. Prospettiva che la vede assolutamente contraria. Con una importante precisazione, però.

"Inoltre non mi sono mai posta contro l’accoglienza ma bensì contro l’imposizione dall’alto della stessa - attacca - Sia a cooperativa che al Prefetto ho comunicato che li incontrerò una volta che le prassi del bando saranno concluse (le procedure di assegnazione sono ancora aperte) e quindi solo quando le procedure del bando pubblico saranno terminate; incontrare i possibili assegnatari di un bando prima dell'espletamento delle sue varie fasi è cosa quanto mai scorretta in una procedura pubblica, sia cooperativa che ancor più il prefetto lo sanno benissimo".

"Le parole 'barbaro, killer' e quant’altro di similare io non le ho mai usate, mai sono uscite dalla mia bocca, anzi nei miei post si evince che considero questi migranti dei tasselli di un contesto economico di cui loro non sono affatto beneficiari, mentre altri 'attori' lo sono, vedi gli scandali relativi alle Ong e a certe cooperative sociali di cui i mass media hanno data ampia diffusione".

"Ribadisco la mia contrarietà alla locazione scelta per le ragioni che sempre durante i vari incontri prefettizi si sono susseguite e tutt’ora lo ribadisco. Quindi contrarietà al modo irrispettoso riguardo alle varie istituzioni nel rapportarsi con l'amministrazione di Fiesso in questo contesto e alla locazione scelta, tutto il resto è 'teatro' costituito ad hoc da chi non conosce assolutamente le realtà quotidiane che come sindaci e amministratori viviamo".

28 ottobre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017