PARTITO DEMOCRATICO ROVIGO Presentata ufficialmente la candidatura unica di Giuseppe Traniello Gradassi alla guida del partito polesano. Il congresso si svolgerà nella prima decade di dicembre. “Oggi abbiamo raggiunto la maturità”

Seppellita l’ascia di guerra, il Pd ritorna unito 

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Basta lotte interne, il Partito Democratico polesano arriva al congresso unito, con un unico candidato, Giuseppe Traniello Gradassi, e con la voglia di lavorare sui contenuti dicendo addio ai personalismi. “Dobbiamo essere pronti per le politiche ma anche per la guida del Comune di Rovigo, che potrebbe presto cambiare”



Rovigo – Tutte le anime del partito riunite intorno al tavolo per dare vita ad una nuova era per il Pd Polesano. Il congresso per l’elezione del segretario provinciale è la “scusa” per tornare a parlare di idee, contenuti, contributi per il territorio e dire addio ai personalismi. Depongono l’ascia di guerra tutte le fazioni del Partito Democratico, intorno ad un unico nome, unico candidato per la segreteria, Giuseppe Traniello Gradassi. A dimostrazione dell’unitarietà ritrovata, a presentare la candidatura ufficiale di Traniello ci sono la componente del direttivo nazionale Nadia Romeo, l’onorevole Diego Crivellari, il consigliere regionale Graziano Azzalin e i componenti del regionale Giorgia Businaro Filippo Sivestri.

“È davvero importate aver raggiunto un accordo unitario che non va letto come una sorta di tregua, ma invece come un senso di responsabilità di tutte le anime del partito per cercare di rilanciare il Pd – commenta Nadia Romeo – Abbiamo grandi potenzialità, solo uniti e coesi possiamo sviluppare il nostro territorio”. E non fa mancare anche un ringraziamento al grande escluso, Julik Zanellato: “Non è stato un percorso facile, ci sono voluti dei mesi, ma alla fine abbiamo trovato la quadra e per questo devo ringraziare anche Julik che ha scelto di fare un passo indietro. È stata una scelta che ha contribuito a trovare l'accordo unitario”.

“Oggi dimostriamo la nostra maturità dopo una lunga adolescenza turbolenta: uniti abbiamo tutte le capacità per ricostruire la nostra Provincia – commenta Filippo Silvestri – Questo è il momento di piantare i semi per uno sviluppo nuovo”. “Abbiamo perso un sacco di tempo per litigare anche se i temi li abbiamo sempre condivisi – aggiunge Giorgia Businaro – Adesso è il momento di lavorare uniti per il territorio, una coesione al di là di ogni personalismo”.

“Non muore la dialettica interna, anzi, si ravviva, ma sulle idee non sulla conta delle tessere – spiega Graziano Azzalin – La priorità in questo momento sono le elezioni politiche, dove il Pd dovrà iniziare a lavorare su se stesso per essere credibile. L’obiettivo principale è arginare i populisti ed essere alternativi al centro destra”.

“Condivido tutto ciò che i colleghi hanno detto e sono certo che questa non sia una operazione solo di facciata – commenta l’onorevole Diego Crivellari – Abbiamo avuto fasi turbolente, confusione, divisione e congressi all'ultimo sangue. Era qualcosa di dovuto mettere insieme le sensibilità del partito. Di fatto oggi siamo in campagna elettorale per le elezioni politiche e il nostro è un partito che deve recuperare slancio perché noi dovremo essere il perno di una coalizione di centro sinistra. Inoltre, viste le voci insistenti che vedono sempre più probabile la candidatura al senato del sindaco di Rovigo, è il caso di prepararsi anche alla scadenza, prima del termine, dell’amministrazione comunale. E dovremo essere pronti”. Crivellari non si sbilancia, invece, in merito alla sua possibile candidatura e dice soltanto: “Aspettiamo prima di capire la definizione dei collegi”.

“Sarà un congresso di confronto sui temi. Finalmente il congresso di un unico vero partito – conclude Traniello – Sono orgoglioso di trovarmi con la responsabilità di guidare un grande partito e non sono come qualcuno starebbe insinuando, un uomo debole. Lo spirito e la passione sono la massima espressione di servizio per il partito, caratteristiche che rappresentano al contrario estrema forza e personalità”. I congressi di circolo si svolgeranno dal 10 al 26 novembre mentre il congresso provinciale si svolgerà nella prima decade di dicembre. I membri della commissione congresso, che controllerà il rispetto delle procedure, sono: Emanuele Ulisse, Franco Modena, Michela Bacchiega, Maria Luisa Vallese e Angelo Zanellato.

4 novembre 2017




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni