MOTORI ROVIGO La stagione 2017 di Eros Finotti e di Nicola Doria, alla prima con la Renault Clio RS di gruppo N, si chiude con un ottimo secondo posto di classe N3 in terra vicentina

Il tagliolese sul podio

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Vede la nebbia e si sente come a casa, il polesano Eros Finotti sale sul podio con la Renaul Clio: “Abbiamo migliorato, prova dopo prova, il nostro passo ed è quello che ci premeva maggiormente. Siamo stati costantemente tra i primi tre”


Taglio di Po (Ro)  – Meglio di così non poteva andare in archivio la stagione agonistica 2017 di Eros Finotti che, seppur vissuta come anno sabbatico su alcune gare spot, ha raggiunto il suo culmine, nel recente weekend, con la Ronde del Palladio.

Il tagliolese, affiancato come di consueto dal clodiense Nicola Doria, ha colto una brillante seconda posizione di classe N3, all'esordio con la Renault Clio Rs, in versione produzione, in una gara caratterizzata, come da tradizione, da condizioni meteo ballerine.

Si parte per la prima tornata sull'insidiosa speciale di “Selva di Trissino” con Finotti che si dimostra a suo agio, alla guida della nuova compagna di avventura, staccando il terzo tempo di classe, dietro ai due più quotati avversari Boschetti e Mason.

Secondo passaggio ed il pilota di Taglio di Po, ancora terzo miglior parziale, consolida il terzo gradino del podio andando al giro di boa con un margine di una quindicina di secondi su Zulian.

Si entra nella seconda metà di gara con Finotti che inizia a prendere le misure alla trazione anteriore di casa Renault e cambia decisamente passo: per l'equipaggio rodigino veneziano il cronometro stampa il secondo tempo, dietro all'imprendibile Boschetti, ma il distacco da quest'ultimo si riduce notevolmente, confermando la crescita di feeling con il mezzo.

La ciliegina sulla torta viene posta sull'ultimo impegno di giornata, corso alla luce delle fanalerie supplementari: in mezzo alla nebbia, presente sul percorso da circa metà prova, Finotti riesce a sentirsi come a casa propria, in condizioni tipiche del Polesine, firmando il miglior tempo in classe N3, con 20”6 su Dall'Osto e 29”7 su Pezzato, nella generale di produzione, mettendo in riga vetture ben più performanti come la Subaru Impreza STI di Bennati, nonché occupando la casella numero venti dell'assoluta, davanti di otto decimi ad un certo Romagna su Lancia Delta Integrale gruppo A.

Tanta la soddisfazione per Finotti, per il navigatore Nicola Doria e per tutto lo staff di Team 71, capitanato da Luca Soravia, per una prima uscita, decisamente positiva, che lascia spazio a nuovi ed ambiziosi obiettivi per la stagione a venire.

“Era una gara votata unicamente alla preparazione per il 2018 – racconta Finotti – ma quando si riesce a conlcudere con un podio è sempre bello. Non volevamo guardare le classifiche, per concentrarci unicamente sul conoscere la Clio. Abbiamo migliorato, prova dopo prova, il nostro passo ed è quello che ci premeva maggiormente. Siamo stati costantemente tra i primi tre e, certamente, eravamo consapevoli che non potevamo competere con piloti come Boschetti, al quale faccio i miei più sentiti complimenti, in quanto profondo conoscitore della Clio. Abbiamo sicuramente avuto un bel termine di paragone con il quale confrontarci. Uno stimolo a spingere sempre di più ad ogni passaggio. Volevamo concludere la gara in crescendo e ci siamo riusciti. Sull'ultima prova, quando abbiamo trovato la nebbia, grazie ad un'ottimo lavoro svolto sulle note, siamo riusciti a vincere, nonostante una piccola divagazione. La Clio va veramente forte. Ringrazio di cuore il Team 71 per l'ottima vettura messa a nostra disposizione. Un grosso grazie a tutti i partners che ci han sostenuto ed un arrivederci alla prossima stagione.”

 

 

7 novembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni