ACCADEMIA DEI CONCORDI ROVIGO Il dialogo con Palazzo Nodari prosegue: per il futuro tutti d’amore e d’accordo, pronti a riscrivere la convenzione. Ma nell’immediato all’ente servono 70mila euro per arrivare a fine anno

Per salvare la Biblioteca non basta la buona volontà 

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

Servono 70mila euro: 56mila di stipendi e il restante in bollette. Sono i soldi che l’Accademia chiede al Comune di Rovigo chiamato a contribuire per la sua parte al sostentamento della Biblioteca, la cui proprietà è condivisa tra i due enti


Rovigo – All’Accademia dei Concordi per sostenere la Biblioteca fino alla fine dell’anno, servono 70mila euro. Questa la richiesta avanzata dall’ente al Comune. Ancora con l’acqua alla gola l’Accademia dei Concordi nonostante il dialogo con Palazzo Nodari oggi sia molto più sereno. Sereno per quanto riguarda il futuro della Biblioteca della quale i due enti condividono la proprietà, ma nell’immediato il problema continua a sussistere.

Tutti disposti a rivedere la convenzione che potrebbe garantire per gli anni futuri che il contributo del Comune all’Accademia diventi parte obbligatoria del bilancio. Ma quest’anno, con la mancata erogazione del contributo a causa del blocco dell’avanzo di bilancio dovuta alla questione polo natatorio, si procede per piccole tranche di denaro, ma non sufficienti. Il Comune, infatti, è pronto a contribuire con altri 25mila euro, oltre a quelli erogati a settembre (LEGGI ARTICOLO)ma alla biblioteca ne servono almeno 70mila: 56mila di stipendi del personale e il restante per pagare le bollette. Soldi che l’Accademia non può più mettere a causa della dichiarata esposizione bancaria.

 

8 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018