POLO NATATORIO ROVIGO La consigliera di opposizione Silvia Menon interviene in merito alla decisione politica di Massimo Bergamin di “cestinare” l’ipotesi risolutiva del commissario Claudio Ventrice a “soli” 3 milioni e 600mila euro 

“Scelta del sindaco quella di sprecare due anni e mezzo”

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Silvia Menon, consigliera di opposizione, interviene sulla questione del Polo Natatorio che il commissario Claudio Ventrice aveva già risolto nel febbraio del 2015 (LEGGI ARTICOLO). “Anche se a Massimo Bergamin non piaceva la proposta del commissario, perché non ha fatto subito un’altra proposta?”



Rovigo – “Al di là del fatto che la proposta del commissario straordinario Claudio Ventrice potesse o meno piacere, perché aspettare due anni e mezzo prima di formularne un’altra?”. La consigliera di opposizione Silvia Menon non entra nel merito della proposta conciliativa del commissario straordinario Claudio Ventrice che aveva tentato di risolvere il problema del mancato pagamento delle rate di Veneto Nuoto al finanziatore Unipol (parliamo del project financing del Polo Natatorio) ancora nel 2015 prima dell’arrivo del sindaco Massimo Bergamin, che decise di non proseguire su quella strada. Una strada che avrebbe portato il Comune a risolvere la vicenda con una spesa di 3milioni e 600mila euro. 

“Tutti i candidati sindaco nella tornata elettorale del 2015 sapevano benissimo che il problema da risolvere del Comune di Rovigo era il Polo Natatorio perché già alla fine del 2014 Unipol aveva comunicato l’applicazione della surroga – continua Silvia Menon – quindi al di là della bontà o meno dell’ipotesi del commissario la vera questione è: perché Massimo Bergamin ha atteso due anni e mezzo prima di muoversi? Perché quando ha scartato la proposta del commissario non ne ha presentata subito un’altra? Aspettare due anni e mezzo per dare mandato all’avvocato di ricominciare la trattativa da capo? E anche questa volta, come purtroppo succede su tutti i grandi temi della città, il consiglio comunale continua ad essere all’oscuro di tutta la vicenda?”.

9 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • “Ennesima promessa non mantenuta del sindaco”

    SCUOLA ROVIGO Silvia Menon attacca il primo cittadino Massimo Bergamin per non aver lottato per il liceo Celio in centro. Cominciato il trasloco 

  • Nessuna novità sul caso piscine, si paga sempre un botto

    COMUNE ROVIGO In commissione consiliare del 24 maggio è stato confermata l’intenzione di Padova Nuoto ad acquisire le quote di Veneto Nuoto

  • La soluzione del caso piscine si chiama Padova nuoto 

    POLO NATATORIO ROVIGO L’attuale gestore delle piscine dovrebbe proporre la propria offerta vincolante per l’acquisto delle quote di Veneto nuoto srl, la società di scopo del project financing. Il comune sembrerebbe cavarsela per il futuro con altri soli 6

  • Menon: "Prima il programma delle coalizioni"

    POLITICA ROVIGO Silvia Menon, Marco Bonvento e Mattia Milan non condividono la proposta di Ivaldo Vernelli del Movimento 5 stelle di creare una lista civica unica per le prossime elezioni comunali

  • "La città va a rotoli e voi parlate solo di poltrone?"

    COMUNE ROVIGO La consigliere Silvia Menon mette in evidenza come il consiglio comunale eletto sia privato delle proprie funzioni e evidenzia come l’attuale macchina amministrativa non stia funzionando, “forse non è mai partita, il sindaco restituisca e ch

  • 1520 ore di nuoto da assegnare 

    SERVIZI SOCIALI ROVIGO Approvato lo schema di bando per le attività a contenuto sociale, socio-assistenziale e socio educativo per l’affidamento di parte delle ore in convenzione con il polo natatorio 

  • Baldetti, salta il consiglio

    POLO NATATORIO ROVIGO L’urgenza invocata per far votare le delibere di finanziamento di Veneto nuoto sabato 24 marzo al consiglio comunale non è sufficiente: se ne riparlerà più avanti

Deltablues 2018