PANATHLON ROVIGO Assemblea elettiva per il service, Federico Cogo, dopo due mandati, lascerà la presidenza a Gianpaolo Milan. Calcio protagonista con la consegna di tre riconoscimenti a Mattia Munerato, Eddy Jar Zadi Adipoh e Gianmarco Gabrieli

Eletto il nuovo presidente, consegnati i premi Fair Play

Federico Cogo, Lucio Taschin, Gianmarco Gabrieli, Giuliano Govoni, Mattia Munerato, Eddy Jar Zadi Adipoh
Federico Cogo rimarrà in carica fino al 31 dicembre, dal 1 gennaio 2018 il nuovo presidente del Panathlon di Rovigo sarà Gianpaolo Milan
Lamberto Paulon presidente del Frassinelle con il presidente del Panathlon di Rovigo Federico Cogo
Guido Senesi
Pietro Manzali (Calcio Anguillara) con Federico Cogo
Eddy Jar Zadi Adipoh premiato da Federico Cogo
L'arbitro Gianmarco Gabrieli premiato da Federico Cogo, Lucio Taschin e Giuliano Govoni
Mattia Munerato premiato da Federico Cogo, Lucio Taschin e Giuliano Govoni
In serata si è votato per il nuovo direttivo e la presidenza del Panathlon per il biennio 2018-2019
Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

Premio Fair Play 2017 del Panathlon di Rovigo a Eddy Jar Zadi Adipoh, Mattia Munerato e all’arbitro Gianmarco Gabrieli che sono distinti per gesti di eccezionale sportività.

Federico Cogo dopo due mandati consecutivi lascia il posto all’ingegner Gianpaolo Milan che ha affiancato proprio l’avvocato rodigino alla guida del service. E’ stato eletto nell’assemblea di giovedì 9 novembre per il prossimo biennio. Durante la conviviale Guido Senesi ha parlato di alimentazione e sport 


Rovigo - Conviviale doppiamente speciale per il Panathlon di Rovigo giovedì 9 novembre presso la consueta sede dell’Hotel Cristallo. Prima di cena si è svolta l’assemblea ordinaria con l’elezioni dei nuovi organi sociali per il prossimo biennio. Federico Cogo dopo due mandati consecutivi lascia il posto all’ingegner Gianpaolo Milan che ha affiancato proprio l’avvocato rodigino alla guida del service. Un avvicendamento annunciato, amante del nordic walking, Milan ha partecipato nel 2014 con la moglie alla 100 chilometri del Sahara nel deserto tunisino. Nuovo direttivo per il biennio 2018-2019 che sarà composto da Paolo Avezzù, Carla Fiocco, Gianfranco Frigato, Giuliano Govoni, Elisa Madrigrano, Raffaello Salvan ed Esmeralda Zorzi.

Durante la conviviale si sono assegnati i premi Fair Play 2017, il momento più importante per il service rodigino. Gesti che hanno lasciato il segno.  E’ stato premiato prima Eddy Jar Zadi Adipoh, nato a Padova nel 2001 da genitori originari della Costa d’Avorio. Durante il match tra il Canalbianco e Junior Anguillara (categoria Allievi) disputato a Villamarzana il 15 ottobre scorso, ha dimostrato grande sportività. Gesto di Fair Play del capitano della squadra padovana che invece di battere un calcio di punizione da posizione favorevole, ma assegnato ingiustamente, ha spedito fuori la sfera consegnando di fatto la palla al Canalbianco. Sapendo di essere scivolato da solo ha deciso di compiere questo gesto meritando gli applausi di tutti i presenti, dentro e fuori dal campo. Accompagnato dal dirigente dell’Anguillara, Pietro Manzali, il giovane Eddy Jar Zadi Adipoh è stato premiato dal presidente Federico Cogo.

Un calciatore durante un’azione di gioco cade a terra, l’arbitro ravvisa un fallo dell’avversario e decreta un calcio di rigore. Il calciatore ammette di non aver subito nessun fallo e l’arbitro cambia decisione.  

Il consiglio Direttivo ha deliberato di assegnare il premio Fair Play 2017, per l’onorevole gesto di sportività che ha dimostrato in occasione della partita di calcio tra Frassinelle e Nuova Audace Bagnolo nel campionato di Seconda categoria 2016/2017 a: Mattia Munerato di Crespino, per l’occasione accompagnato dalla famiglia e dal presidente del Frassinelle Lamberto Paulon e dal dirigente Simone Avanzi. A consegnare il premio anche il delegato provinciale del Coni di Rovigo Lucio Taschin.

Ma non è tutto, il Panathlon di Rovigo, per quella partita del 15 gennaio 2017, ha voluto premiare anche il direttore di gara Gianmarco Gabrieli della sezione Figc di Este. Non è da tutti cambiare idea, ha accolto la singolare sportività di Munerato ed il merito di questo gesto va giustamente condiviso. Alle premiazioni ha partecipato anche il socio Giuliano Govoni, ex assistente arbitrale (fino alla Serie C) della Sezione Aia di Rovigo ed attuale osservatore in Serie B. Gianmarco Gabrieli era presente a ritirare il premio accompagnato dal vicepresidente della Sezione Aia di Este, Alberto Sartori.

Serata che poi è proseguita sviluppando il tema dell’Alimentazione e Sport, ad intrattenere i panathleti con preziosi consigli, il socio Guido Senesi.

 

10 novembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe