ARTISTI ADRIA (ROVIGO) Le composizioni del noto musicista adriese Tiziano Bedetti suonate nelle magnifiche cornici del museo Tsaritsymo della capitale russa e nella Bashkir Duluth Philharmonic Society di Ufa

La musica del compositore adriese conquista Mosca 

Olesya Kravchenko
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Le musiche del compositore adriese Tiziano Bedetti in scena nella grande Russia. Domenica 12 e giovedì 16 novembre, due magnifiche location ospiteranno l’esecuzione dei brani “Venetian Dna” e “Labirinto Veneziano”



Adria (Ro) – Due concerti, uno domenica 12 e l’altro giovedì 16 novembre, che in comune hanno l’esecuzione di brani del famoso compositore e musicista adriese Tiziano Bedetti e la magia dei luoghi che li ospitano, entrambi nella grande Russia.

Il 12 novembre prossimo, alle ore 16, presso la prestigiosa residenza Museo Tsaritsymo di Mosca, verrà eseguito il brano “Venetian Dna” del compositore adriese, ispirato a Venezia e che unisce la musica barocca con suggestioni della musica moderna.  La composizione verrà eseguita nella versione per chitarra e organo dal duo composto dalle musiciste moscovite Vittoria Naletova alla chitarra e Olesya Kravchenko all’organo.

Olesya Kravchenko è una concertista professionista, diplomata al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca con Natalia Gureeva, ed ha già eseguito diverse composizioni del compositore musicista Bedetti, a Mosca (Palazzo Kustovo, Cattedrale Anglicana di S. Andrew, Cattedrale Cattolica) e in diverse altre città della Russia tra cui Kirov, Arcangelo, Omsk, anche in duo con la chitarrista Catherine Pushkarenko, l'arpista Anna Shkurovskaya e il sassofonista Sergey Govorov. Victoria Naletova, invece, è una chitarrista russa, concertista, vincitrice di concorsi internazionali.

L'esecuzione del Venetian Dna si svolgerà presso il Tsaritsymo, una delle più sontuose residenze-museo della Russia appartenute agli Zar e recentemente restaurata. Proprietà della Zarina Irina, sorella dello Zar Boris Godunov, successivamente dei Principi Galitzine, venne acquistato dall'Imperatrice Caterina II di Russia. Attualmente ospita un museo d'architettura, d'arte, diversi padiglioni e un parco. Il complesso recentemente restaurato, è utilizzato per concerti di musicisti russi.

Giovedì 16 novembre, ore 19, un'altra esecuzione del compositore adriese, “Labirinto Veneziano” per sassofono e organo dedicato all'organista Olesya Kravchenko, sarà eseguito dagli interpreti Sergei Govorov al sassofono e sempre Olesya Kravchenko all’organo. Il luogo dell'esecuzione sarà la città di Ufa, Russia (Repubblica di Baschiria) durante l’XI Festival Internazionale “Sauerfest”; il concerto si terrà alla Bashkir Duluth Philharmonic Society, Sala dell'organo.

 

11 novembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni