RUGBY ECCELLENZA La FemiCz Rovigo ha faticato più del previsto a Mogliano, ma i tecnici avevano già messo in guardia i rossoblù alla vigilia 

Casellato: “Chiaramente c'è ancora da lavorare”

Umberto Casellato e Joe McDonnell
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Servivano cinque punti, e sono arrivati. A terminare il lavoro nella ripresa ci ha pensato un pack straripante con Momberg che ha spostato l’ago della bilancia dalla parte rossoblù. Ora per Joe McDonnell e Umberto Casellato il focus è sul 19 novembre e al big match con il Calvisano

Leggi la cronaca di Mogliano - FemiCz Rovigo
Leggi l'articolo su Calvisano - San Donà

Leggi i commenti di McDonnell e Casellato
Leggi l'articolo sull'Under 18 del Rovigo

Leggi l'articolo su Italia - Fiji
Leggi l'aticolo sugli Old della Rugby Rovigo
Leggi l'articolo sulle giovanili del Villadose
Leggi l'articolo sull'Under 14 del Badia


Mogliano (Tv) - "Era una partita difficile, come pensavamo alla fine l'obiettivo primario era di tornare a casa con 5 punti e siamo riusciti a raggiungerlo”. Le parole sono di Umberto Casellato che dopo la prima settimana di lavoro alla guida dei Bersaglieri al fianco di Joe McDonnell, ha sfidato il suo passato proprio a Mogliano. Un match non brillante quello dei Bersaglieri, ma l’unica cosa che contava era tornare a casa con l’intero bottino.

“Chiaramente c'è ancora da lavorare - analizza Casellato - dobbiamo prendere un po' più confidenza anche io e Joe, con cui ho già comunque un rapporto positivo, e anche con i ragazzi c'è un buon feeling quindi dobbiamo solo entrare tutti più in simbiosi. Ora pensiamo alla partita con Calvisano che forse, a livello mentale, sarà più facile di quella di oggi".

Il pack rossoblù ha ancora fatto la differenza "Non era facile vincere qui oggi perché il Mogliano ha messo in campo una grande voglia di giocare, voleva la vittoria davanti al proprio pubblico - commenta l’head coach Joe McDonnell - Abbiamo provato a giocare per 80 minuti, abbiamo fatto degli errori ma abbiamo segnato quando c'è stata la possibilità di farlo e anche nei momenti di difficoltà non abbiamo mai mollato. L'obiettivo era di fare il nostro gioco e ottenere il punto di bonus, ci siamo riusciti consapevoli che non sarebbe stata una passeggiata. Adesso siamo secondi in classifica, a soli 5 punti di distanza dal Calvisano che incontreremo sabato al Battaglini".

“Che dire, abbiamo perso di nuovo - ha commentato il coach del Mogliano ​​​​​​,​Federico Dalla Nora - ma abbiamo visto una bella reazione da parte dei ragazzi. Sono contento del lavoro che facciamo in settimana, siamo stati in partita a lungo poi qualche errore individuale che può starci. Fino a quando abbiamo potuto abbiamo tenuto in mischia chiusa, poi con il passare del tempo e la stanchezza loro hanno preso il sopravvento, d’altronde sono realisticamente più forti e gli regaliamo parecchio peso. Avevamo molti giovani dentro sulla linea dei tre quarti e i ragazzi alla fine sono stati bravi. Cose positive ne abbiamo viste, dobbiamo mantenerle crescere e migliorarci ogni settimana, cerchiamo di prendere questa gara come punto di partenza.”

 

 

 

12 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018