CNA PENSIONATI ROVIGO Margherita Bellè protagonista dell’incontro organizzato dall’associazione di categoria sul tema delle vaccinazioni 

I benefici dei vaccini per gli over 65

CNA 730X90 SPECIALE Epasa Pensionati

La storia dei vaccini, i vantaggi che ne traggono e tante altre indicazioni e spiegazioni sono state fornite da Margherita Bellè dirigente medico dell’Ulss 5 Polesana durante il convegno organizzato da Cna pensionati 



Rovigo - La Cna pensionati si conferma ancora protagonista per le attenzioni riservate alle categoria con un convegno alla Pescheria Nuova di Rovigo dove Margherita Bellè, dirigente medico dell’Ulss 5 Polesana, ha spiegato tutti i segreti relativi alle vaccinazioni. 

"Ringraziamo gli organizzatori della mostra Bagliori d'Arte per Telethon per l'ospitalità concessaci - ha introdotto Daniela Guagliumi, la vice presidente di Cna pensionati - e confermiamo l'attivismo del nostro gruppo che anche su questi temi si dimostra particolarmente sensibile”.

"Ci sono persone che vorrebbero vaccinarsi ma non possono e altri che invece non si vaccinano. - ha spiegato Margherita Bellè in una completa analisi sul tema - I vantaggi legati alla vaccinazione sono collegati alla protezione individuale e anche alla protezione del gruppo e della comunità dove una persona è inserita.

I vaccini sono somministrati biologici dotati di potere antigenico che oggi sono altamente purificati e che garantiscono l'immunità attiva verso specifici microrganismi patogeni. Voglio sfatare il fatto anche che il virus indotto dalla vaccinazione possa poi essere contagioso e in un'altissima percentuale, quasi vicina al 100%, le reazioni sono veramente minime”.

La storia dei vaccini ci insegna che i risultati raggiunti sono veramente ottimi e sono tra i farmaci più sicuri e ipertestati. - continua - Le vaccinazioni indicate nell'adulto (dai 19 ai 64 anni), previste dal piano nazionale, prevedono differite, tetano e pertosse con richiamo ogni 10 anni e morbillo, varicella, rosolia e parotite nei soggetti suscetibili oltre ad un'altra serie di vaccinazioni da prevedersi in casi specifici. Nei soggetti a rischio particolarmente importante è anche il vaccino antifluenzale dove registriamo una copertura regionale pari quasi al 66% (secondi nel Veneto)”.

Interessante il dibattito che ne è scaturito dove Cna propone di introdurre delle campagne di informazione presso le scuole e presso la pubblica opinione anche a salvaguardia delle categorie economiche artigiane, come ad esempio l'estetica, che adottano invece programmi di prevenzione a favore del consumatore.

 

13 novembre 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni